Agroalimentare

‘Nduja o Anduia? Cos’è e come si mangia?

Molti la chiamano “Anduia“, altri “Anduja“, altri ancora “‘Nduja“, il nome corretto è proprio l’ultimo, ma la differenza si nota più che altro quando si scrive perchè pronunciandolo, i nomi sembrano quasi tutti uguali. Sto parlando del famoso salume calabrese, uno dei segni distintivi, uno dei simboli della tradizione gastronomica della Calabria. La ‘nduja nasce a Spilinga, piccolo comune della provincia di Vibo Valentia, si pensa sia stato importato dai francesi da cui il termine “andouille”. Si tratta di un salume spalmabile composto dalle parti meno nobili del maiale, le più grasse amalgamate con sale e massicce dosi di peperoncino piccante calabrese. Proprio il peperoncino, simbolo della cucina calabrese, è il protagonista indiscusso della ‘nduja, utilizzato per tre diverse ragioni:

  • Il colore. Il peperoncino dona un bel colore rosso vivo alla ‘nduja che altrimenti con il passare del tempo a causa dell’ossidazione diventerebbe di un colore scuro poco invitante.
  • La conservazione. Il peperoncino piccante è un conservante naturale, non a caso la ‘Nduja di Spilinga non contiene alcun conservante chimico al suo interno a differenza della stragrande maggioranza degli altri salumi.
  • Il sapore. Ovviamente per i calabresi se non è piccante non è buono. Il sapore piccante aggiunge qualcosa in più al cibo, alle carni in particolare.

I modi per gustarla sono molteplici ma tutti estremamente semplici perchè rispetta la tradizione culinaria calabrese che di certo non contempla piatti di alta cucina. Ecco come mangiare la ‘nduja calabrese:

  • Spalmata su una fetta di pane abbrustolito (bruschetta)
  • Condimento nei sughi rendendoli saporiti e donare un tocco di piccantezza
  • Condimento per la pasta, meglio se il tipico formato calabrese chiamato “fileja”
  • Sulla pizza, pochi cucchiaini spalmati su pizza e focaccia per dare un sapore esplosivo
  • Sulle uova fritte
  • Ottima per farcire panzerotti e arancini di riso
  • Qualsiasi altro abbinamento a piacimento è possibile, l’importante è che non abbiate paura del piccante!

Post Comment