Governo e Pubblica Amministrazione

Vendita di terreni o aree edificabili: l’imposta sostitutiva

Vediamo quali sono le possibili alternative per quanti si apprestano a cedere l’area edificabile a suo tempo periziata, con relativo affrancamento di valore. Qualora il valore sia superiore ad un valore di mercato una possibilità è data dalla riapertura della facoltà di rideterminare tali tipi di beni al 1° Gennaio 2015 (pagando però un’aliquota doppia rispetto alla precedente come stabilito dall’articolo 1, comma 627, legge n. 190 del 2014) con una perizia giurata e con il versamento (in unica rata o in più rate) di una imposta sostitutiva entro la scadenza del 30 Giugno.

Il problema riguarda le aree e non le partecipazioni, per il semplice motivo che il valore di un’azienda varia tutti i giorni, e pertanto non viene richiesto che la perizia riporti il valore normale di riferimento. Qualora ad esempio il valore periziato in precedenza (e per il quale si è pagata l’imposta sostitutiva al 4 %) sia superiore al valore di mercato attuale ( ad esempio 100 mila euro valore periziato e 50 mila euro valore di mercato). Il contribuente avrebbe la possibilità di effettuare la cessione senza richiamare nel rogito la perizia. In questo caso l’Agenzia delle Entrate potrebbe notificare un accertamento richiedendo le imposte che scaturiscono tra valore periziato e corrispettivo di vendita.

2° possibilità

In base a quanto stabilito dalla legge di stabilità il contribuente avrebbe anche la possibilità di far asseverare una nuova perizia con il valore aggiornato del terreno. La perizia al ribasso a causa del raddoppio dell’imposta sostitutiva potrebbe comportare un costo aggiuntivo necessario per evitare il contenzioso.

Ulteriore opzione

Una ulteriore possibilità, disposta con Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 1/E/2013, permette di evitare una nuova perizia citando quella fatta precedentemente. In ogni caso il contribuente avrebbe la possibilità di evitare il contenzioso inerente la presunta “rinuncia” al precedente affrancamento, qualora il contribuente versi direttamente le imposte indirette legate al trasferimento sul valore affrancato.

Post Comment