Agricoltura, l’assessore andriese molto preoccupato: “il sostegno economico regionale a rischio”

In una nota inviata all’Assessore alle Politiche per lo Sviluppo Rurale della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni, Benedetto Miscioscia, Assessore alle attività produttive della Città di Andria, lancia l’allarme sulla nuova PAC (Politica Agricola Comune) 2014-2020. “Un allarme particolarmente significativo che, se fosse vero, porterebbe ad una significativa riduzione del sostegno economico fino al 70% del pagamento diretto agli olivicoltori. Un contraccolpo che determinerebbe conseguenze nefaste senza precedenti per il nostro settore olivicolo meridionale e regionale anche in considerazione che il 50% della produzione olearia nazionale proviene dalla nostra regione”. “Se non ci sarà una immediata presa di …

Agricoltura, l’assessore andriese molto preoccupato: “il sostegno economico regionale a rischio”

agricolturaIn una nota inviata all’Assessore alle Politiche per lo Sviluppo Rurale della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni, Benedetto Miscioscia, Assessore alle attività produttive della Città di Andria, lancia l’allarme sulla nuova PAC (Politica Agricola Comune) 2014-2020.

“Un allarme particolarmente significativo che, se fosse vero, porterebbe ad una significativa riduzione del sostegno economico fino al 70% del pagamento diretto agli olivicoltori. Un contraccolpo che determinerebbe conseguenze nefaste senza precedenti per il nostro settore olivicolo meridionale e regionale anche in considerazione che il 50% della produzione olearia nazionale proviene dalla nostra regione”.

Benedetto-Miscioscia“Se non ci sarà una immediata presa di posizione su tale questione da parte di tutti i soggetti di riferimento ovvero da quello politico-istituzionale a quello della rappresentanza di categoria, a partire dal 2015 – scrive Benedetto Miscioscia – corriamo il rischio di decretare la fine dell’olivicoltura tradizionale che nella nostra regione oltre a costituire una rilevante base di sostentamento economico-produttivo-occupazionale, rappresenta un inestimabile patrimonio senza eguali sotto il profilo storico-colturale, culturale, ambientale e paesaggistico”.

“Per queste ragioni – conclude Miscioscia – è necessario attivare tutte le misure di concertazione, al fine di adottare adeguate misure di salvaguardia nei confronti dei nostri olivicoltori attraverso il riconoscimento di uno specifico sostegno economico integrativo, compatibile con il trend storico finora riconosciuto. Misure necessarie se non vogliamo il tracollo di un importante comparto economico della nostra agricoltura, considerato anche il ruolo svolto dai nostri olivicoltori nella custodia e preservamento di un grande patrimonio rurale, ambientale e paesaggistico che con le oltre 60 milioni di piante d’olivo disseminate dal Gargano al Salento, costituisce uno dei principali punti di forza della nostra Regione”.

Andria, 31/01/2014

Comune di Andria – Area Comunicazione
Ufficio Stampa

I comunicati stampa sono consultabili on line al sito www.comune.andria.bt.it

Per questa news ringraziamo:

Video Andria .com – Notizie su Andria, Cronaca, Politica, Sport » Prodotti

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Agricoltura, l’assessore andriese molto preoccupato: “il sostegno economico regionale a rischio”

Agricoltura, l’assessore andriese molto preoccupato: “il sostegno economico regionale a rischio”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi