Antiparassitari per gatti : come utilizzarli correttamente

Avete accolto un micio in casa vostra? Sarà la gioia della famiglia: un amico indipendente ma anche amante delle coccole, agile nei movimenti e giocherellone. Anche se il vostro gatto vive in casa non significa che non debba abbia bisogno di un’adeguata protezione contro i parassiti che si trovano all’esterno. Quando arriva la primavera, infatti, i mici sono maggiormente esposti al rischio di pulci o zecche, sia che vivano in casa, sia che esplorino spesso il vostro giardino o quello dei vicini. Ecco che diventa necessario dover applicare uno dei tanti antiparassitari per gatti in commercio.

 

Antiparassitari per gatti: quale tipo scegliere?

Gli antiparassitari per animali domestici non sono tutti uguali. Fate attenzione, ad esempio, a quelli potenzialmente tossici per i felini come l’Advantix. La prima cosa da fare, prima di scegliere il prodotto giusto, è controllare sempre le istruzioni del medicinale e, preferibilmente chiedere consiglio al proprio veterinario di fiducia.

Quali sono gli antiparassitari più efficaci per il vostro amico a quattro zampe?

Quelli a base di fipronil come il Frontline Combo previene le zecche e le pulci ma è utile anche per tenere lontano i pidocchi. Il suo raggio d’azione è di circa un mese. Bisogna prestare attenzione a non fare confusione con le confezioni: il Frontline Tri-Act infatti è un prodotto adatto unicamente ai cani, che usa un principio attivo tossico per i gatti. Della stessa casa dell’Advantix, per gatti c’è l’Advantage, che utilizza imidacloprid, ne esistono due formulazioni, a seconda del peso del gatto: è un prodotto che garantisce unicamente la copertura contro le pulci, e, per questo è utile per i gatti “casalinghi. Anche questo medicinale ha una durata approssimativa di 4 settimane.

antiparassitari per gatti , quali utilizzare

Come applicare l’antipulci correttamente

Per compiere questa operazione vi servirà l’apposito prodotto oltre a acqua ossigenata e cerotti per voi dopo la sua reazione… Scherzi a parte, non tutti i mici gradiscono ‘trattamenti’ indesiderati come l’applicazione dell’antiparassitario. In questo caso vi consigliamo di fare questa manovra quando dorme o è distratto. Le confezioni solitamente hanno la caratteristica forma di pipetta e vanno applicati sulla nuca del gatto , anche in più punti, avendo cura che venga applicato soprattutto sulla cute e non solo sul pelo. Esiste anche una versione spray di alcuni prodotti come il Frontline, molto pratico anche se un po’ più caro rispetto agli altri prodotti.

Esistono prodotti specifici anche per prevenire l’infestazione da uova e larve che si può applicare sia sul proprio animale che sui mobili di casa. Un altro tipo di antipulci è a forma di collare, adatto anche a cuccioli dalle 10 settimane in su. Questo oggetto funziona con un meccanismo di sganciamento che previene il rischio di strangolamento e rilascia a piccole dosi il principio attivo che allontana pulci e zecche.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi