Arriva il nuovo Oilproject: studiare online diventa social e mobile

Oilproject è una delle startup accelerate nel 2010 da Working Capital e oggi fa parlare di sé sui giornali e in tv. Il Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, TG1 e altri ancora hanno dato spazio al lancio della nuova versione di Oilproject: la più grande scuola online italiana. Gratis. Se ne parla perché, oltre ad una grafica completamente rinnovata, sono state aggiunte una serie di funzioni social: da mero contenitore di lezioni e sapere a community vera e propria. Gli studenti potranno “seguire” altri utenti e aiutarsi a vicenda con un sistema di domande e risposte in tempo reale…

Arriva il nuovo Oilproject: studiare online diventa social e mobile

Screen Shot 2014-03-14 at 18.48.25

Oilproject è una delle startup accelerate nel 2010 da Working Capital e oggi fa parlare di sé sui giornali e in tv. Il Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, TG1 e altri ancora hanno dato spazio al lancio della nuova versione di Oilproject: la più grande scuola online italiana. Gratis.

Se ne parla perché, oltre ad una grafica completamente rinnovata, sono state aggiunte una serie di funzioni social: da mero contenitore di lezioni e sapere a community vera e propria. Gli studenti potranno “seguire” altri utenti e aiutarsi a vicenda con un sistema di domande e risposte in tempo reale. Un meccanismo di punteggi attribuiti dagli altri studenti aiuterà a riconoscere e premiare l’autorevolezza e l’affidabilità di chi risponde.

I numeri raggiunti fino ad oggi sono importanti e la loro evoluzione lascia ben sperare: durante lo scorso anno scolastico gli studenti sono stati un milione; dai primi mesi del 2014 invece il numero si attesta intorno ai 500.000 al mese.

Il nuovo Oilproject ha obiettivi ancora più ambiziosi e per raggiungerli ha avviato una collaborazione con TIM e, come racconta il suo fondatore Marco De Rossi a EconomyUp, ha ottimizzato la piattaforma anche per smartphone e tablet: “Abbiamo notato che un allievo su tre utilizzava Oilproject in mobilità, sull’autobus andando a scuola la mattina oppure la sera sul divano: concepire una piattaforma responsive per il mobile era necessario”.

Intanto nel resto del mondo, e in particolare negli Stati Uniti, il fermento intorno ai MOOC (Massive Online Open Courses) non fa altro che aumentare.

Khan Academy (la prima ad aver cominciato, ha erogato 375 milioni di lezioni), Udemy, Coursera, Udacity, edX sono i leader del mercato e insieme ad una crescita repentina degli studenti stanno ancora cercando un modello di business davvero sostenibile. Si prova con i corsi a pagamento, con le donazioni, con i corsi per la formazione aziendale, con lezioni gratis e certificati finali a pagamento ma ancora non c’è una strada a prevalere.

Se Oilproject presidia principalmente il segmento degli studenti delle superiori. Coursera, prima tra le piattaforme straniere e forte di 85 milioni di dollari di finanziamento, è pronta ad entrare in Italia puntando agli universitari grazie ad accordi con le università “La Sapienza” di Roma e la “Bocconi” di Milano.

L’obiettivo di Oilproject? Portare i migliori contenuti didattici, in modo gratuito grazie al digitale, a chiunque, a qualsiasi ora, in qualsiasi luogo. “Vogliamo essere un supporto al lavoro quotidiano di studenti e docenti. Anche in quest’ottica il progetto IoStudio del MIUR ci aiuterà a veicolare sempre meglio la nostra iniziativa nelle scuole italiane”

The post Arriva il nuovo Oilproject: studiare online diventa social e mobile appeared first on Working Capital Accelerator.

Per questo post ringraziamo:

Working Capital Accelerator » Blog

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Arriva il nuovo Oilproject: studiare online diventa social e mobile

Arriva il nuovo Oilproject: studiare online diventa social e mobile

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi