Come scegliere le scarpe con il tacco e non sbagliare

Nel guardaroba femminile scarpe e borse non bastano mai. Le scatole e le confezioni riempiono ogni angolo della camera ma nonostante questo, quando siamo di fronte allo specchio, spesso ci sembra di non avere niente da mettere. In particolare la scelta delle calzature – specie se si tratta di prendere parte a cene, eventi o cerimonie – non è mai facile. Questo perché di modelli, forme e colori di scarpe ce ne sono tantissime. Così come di tacchi, ciascuno dei quali ha caratteristiche distintive e nomi ben precisi che troppo spesso ignoriamo. In questo approfondimento li passeremo in rassegna, così da orientare al meglio la scelta.

Il gesto di comprare scarpe online, consultando modelli e tacchi tramite le ricche schede prodotto offerte dai siti, è ormai diventato di routine. Qualsiasi brand di grido offre la possibilità di sfogliare il proprio catalogo in modalità digitale. Ecco che, così, acquistare per esempio scarpe eleganti Lenora e calzature di altri brand che fanno di gusto e femminilità elementi di punta, diventa una questione di attimi. 

Kitten heels, tacchi a spillo ma anche tango, plateau e zeppe

Per prima cosa sarà necessario fare mente locale sull’altezza delle scarpe. Ci sono infatti tacchi con o senza plateau, modelli larghi oppure ‘kitten’ e quelli a spillo che slanciano la figura. Vediamo i principali tipi di tacco e le loro caratteristiche, iniziando proprio da quelli molto piccoli, detti anche kitten heels. La loro altezza difficilmente supera i 4 centimetri, il tocco che sanno dare all’outfit è delicatamente vintage e bon ton. Ci sono poi i modelli a spillo, detti anche stiletto, affusolati e molto alti (solitamente 10-12 centimetri). Sono presenti nei décolleté più femminili ma anche in sandali e stivali. E’ un tacco in grado di valorizzare qualsiasi outfit, aggiungendo una nota super chic. Molto sensuali anche i tacchi in stile tango, che si accompagnano a linee della calzatura particolari e sinuose: raggiungono gli 8 centimetri. C’è poi il tacco largo, interprete perfetto della necessità di camminare in tutta comodità. Offre una superficie d’appoggio più ampia della media al piede e garantisce un surplus di stabilità. E’ il tacco ideale da indossare sul posto di lavoro e nelle occasioni maggiormente formali.

Passiamo a esaminare i plateau, che consentono di aggiungere qualche centimetro alla propria statura senza mai rinunciare al comfort (anzi). Viene garantita una maggiore stabilità, visto che l’inclinazione del piede – spesso dolorosa con il trascorrere delle ore – diminuisce in maniera netta. Anche qui ci sono varie altezze, modelli con cinturino alla caviglia, punta tonda e tacchi larghi o più stretti. In generale, la presenza del cinturino (a prescindere dal tipo di tacco) avvolge il collo del piede e lo protegge, rendendo la camminata più sicura.

Infine diamo uno sguardo alle zeppe, le quali presentano un rialzo importante nella parte posteriore tale da distribuire il peso del corpo in modo del tutto uniforme. I modelli con il tacco in sughero sono più estivi e glamour, perfetti per interpretare uno stile di vita fresco e frenetico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi