Debiti Pubblica amministrazione: niente tagli a scuola, università, ricerca ed Expo

Niente tagli lineari a scuola, università, ricerca e Expo: sono questi i settori salvati dalla sforbiciata dei fondi ai ministeri, che potrebbero scattare dal 2015 per oltre 570 milioni di euro all’anno, con un emendamento dei relatori al decreto legge sui debiti della Pubblica amministrazione approvato in commissione Bilancio alla Camera. La …

Segnaliamo questa notizia by:

Il Fatto Quotidiano » Expo 2015:

Debiti Pubblica amministrazione: niente tagli a scuola, università, ricerca ed Expo

Niente tagli lineari a scuola, università, ricerca e Expo: sono questi i settori salvati dalla sforbiciata dei fondi ai ministeri, che potrebbero scattare dal 2015 per oltre 570 milioni di euro all’anno, con un emendamento dei relatori al decreto legge sui debiti della Pubblica amministrazione approvato in commissione Bilancio alla Camera. La proposta passata a Montecitorio modifica i tagli lineari ai ministeri a copertura degli oneri per i maggiori interessi del debito pubblico determinati dal dl. Tali esclusioni si aggiungono a quella, già prevista dal testo iniziale del dl, relativa agli stanziamenti del Fondo per lo sviluppo e la coesione.

Per questa notizia si ringrazia:

Il Fatto Quotidiano » Expo 2015

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Debiti Pubblica amministrazione: niente tagli a scuola, università, ricerca ed Expo

Debiti Pubblica amministrazione: niente tagli a scuola, università, ricerca ed Expo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi