Il diario dei primi 30 giorni di accelerazione a Catania, Milano e Roma

Il primo mese del programma di accelerazione per le 15 startup selezionate è giunto quasi al termine e le storie che abbiamo raccolto sono appassionanti. Storie di giovani che si sono messi totalmente in gioco con il proprio team e la community, per migliorare il prodotto, ma soprattutto se stessi, perché il Working Capital punta innanzitutto sui talenti. Ospite d’onore nei tre spazi di accelerazione di Roma, Milano e Catania è stato Umberto Rapetto, UBER Mentor di Working Capital: competenza, esperienza e tenacia sono state le sue tre forze. Ha raccontato una storia eccezionale, la sua, e ha spiegato ai …

Il diario dei primi 30 giorni di accelerazione a Catania, Milano e Roma

Il primo mese del programma di accelerazione per le 15 startup selezionate è giunto quasi al termine e le storie che abbiamo raccolto sono appassionanti. Storie di giovani che si sono messi totalmente in gioco con il proprio team e la community, per migliorare il prodotto, ma soprattutto se stessi, perché il Working Capital punta innanzitutto sui talenti.

Ospite d’onore nei tre spazi di accelerazione di Roma, Milano e Catania è stato Umberto Rapetto, UBER Mentor di Working Capital: competenza, esperienza e tenacia sono state le sue tre forze. Ha raccontato una storia eccezionale, la sua, e ha spiegato ai ragazzi come l’arte della comunicazione e la forte motivazione siano stati tra i capisaldi della sua carriera.

Acceleratore di Catania

1 Luglio: è il primo giorno del mese a sancire l’inizio del percorso condiviso, con emozioni, energie e passione che scaturiscono in questa mattina di festa, nello spazio di coworking, vedendo protagoniste le 5 startup vincitrici – Butlr, PanPan, QKing, SharePass e Sportered – ed i 4 progetti che ricevono le menzioni speciali – Hubotics, OrangeFiber, Sapury, SeeMee – e quindi l’accesso al processo di formazione, simbolo della volontà di premiare chi possiede grandi potenzialità.

Come ogni settimana, il lunedì sera viene colorato dall’Appuntamento delle Idee, incontro della community siciliana di maker, organizzato dall’associazione YoutHub.

Gli incontri sono incentrati sulle molteplici startup in fase embrionale che il territorio nasconde, attraverso una sessione di brainstorming e di feedback sui progetti presentati.

La volontà di supporto della community verso se stessa è la forza dell’appuntamento. Ogni settimana si avvicendano ospiti di vario genere, che condividono esperienze e consigli con gli startupper.

3 luglio: inizia il percorso di formazione sul Business English, che vede i ragazzi dell’acceleratore lavorare fianco a fianco con i docenti della YESchool durante tutto il percorso di accelerazione, per affinare le conoscenze della lingua madre dell’imprenditoria internazionale, senza la quale non potrebbero essere competitivi nel mondo.

4 luglio: si prosegue con i workshop sulle soft skill. Ogni imprenditore deve saper presentare ed esporre le proprie idee davanti al pubblico, per vendere se stesso ed il prodotto creato. Questo è il motivo per cui il Public Speaking è di fondamentale importanza per chi deve affrontare una grande platea o gli investitori vis à vis. Gestire lo stress da palcoscenico è fondamentale e chi meglio dell’affermata attrice Donatella Finocchiaro, ospite d’eccezione dell’acceleratore, poteva trasferire ai giovani makers i trucchi e i segreti per potersi porre al meglio davanti al pubblico?

5 Luglio: La Beople, da anni esperta nazionale sul Business Model Canvas, illustra la metodologia e fornisce gli elementi pratici per definire al meglio il modello di business adatto ad ogni startup. Un’intera giornata di lavoro sui modelli del visual design: dallo studio del mercato, alle possibili revenue, passando per l’immaginazione dei nuovi clienti, i team delle startup si sono mescolati, allontanandosi dal proprio spazio di comfort per mettersi totalmente in gioco.

wcap_ct

9 Luglio: il pomeriggio è incentrato sull’approfondimento di uno degli argomenti che sta più a cuore alle startup: i finanziamenti, privati e pubblici. È attraverso l’esperienza diretta della responsabile del Fondo Ingenium della Provincia di Catania, Francesca Natali, che vengono sviscerati i dubbi sul come approcciarsi a questo genere di investimenti, spesso fondamentali per i progetti innovativi, che hanno bisogno di un supporto economico prima di poter entrare sul mercato con il prodotto.

I workshop si avvicendano ogni giorno, permettendo ai neo imprenditori di approfondire discipline e soft skill quali: Sviluppo Agile, sessioni di Team Building, Mobile Development, Leadership, Comunicazione, Middleware, User Experience e Design, per citarne alcuni.

18 Luglio: il Direttore Generale della Sibeg CocaCola, Natale Lia, ha istruito i ragazzi sul Project Management. Costi, tempistiche e qualità devono essere sempre controllati e gestiti al meglio, per far si che ogni progetto possa evolversi in maniera sana.

Le emozioni non si fermano, per le startup accelerate e numerosi sono i loro progressi in sole 4 settimane:

Butlr ha riconsiderato il suo business model e il suo lavoro viene premiato con l’acquisizione del primo partner commerciale che testa il servizio, donando importanti feedback al team.

Sportered ha iniziato i test agli utenti per analizzare la differente user experience tra vecchia e nuova interfaccia.

PanPan ha stretto la deadline, per uscire sul mercato entro i primi di agosto e poter raccogliere i feedback dagli utenti, migliorando il prodotto in vista della seconda versione. Questa loro caparbietà li ha premiati anche a livello internazionale. Saranno, infatti, fra le 16 startup che rappresenteranno l’Italia al Web Summit, kermesse dell’innovazione mondiale, che si terrà a Dublino alla fine di Ottobre.

Qking, dopo aver effettuato i primi test sul modello di creative contest, attraverso l’utilizzo dei social network, con risultati davvero eccezionali, decide di intraprendere il passo ufficiale: diventa la prima Srls all’interno della casa dell’innovazione.

Acceleratore di Roma

2 luglio: presso la sede capitolina del Working Capital viene inaugurato il programma di accelerazione per le 5 startup selezionate: Bancha, Edo, Pathflow, Pedius, VMSme!.

Ospiti d’onore della mattinata: Umberto Rapetto, Roberto Sambuco, Capo Dipartimento Comunicazione del Ministero per lo Sviluppo Economico, e Cosimo Palmisano, founder di ECCE/Costumer, la startup che l’anno scorso ha chiuso un round di 15 milioni di dollari.

Nei corridoi e nelle sale dell’acceleratore si respira un’aria spensierata, ma entro due giorni comincerà il ciclo di lezioni a cui nessuna delle 5 startup potrà sottrarsi.

4 luglio: Ospite della consueta startup breakfast del giovedì mattina è stato Emanuele Bonanni, founder di EMCelettronica, che ha spiegato quali errori devono essere evitati dagli startupper. Subito dopo si corre in aula per la prima lezione: il docente è Fabio Lalli, che spiega ai ragazzi a cosa serve, come si costruisce e quali sono le utilità del Business Model Canvas.

Il giorno dopo le 5 startup tornano sui banchi di scuola: Jacopo Romei spiega loro, nell’ambito dell’Extreme Programming, le metodologie di programmazione del lavoro volte alla focalizzazione delle energie che danno valore al prodotto.

11 luglio: Raffaele Gaito, Ceo e co-founder di Mangatar, tiene una lezione su come sia importante, per il successo di una startup, riuscire a fare pivoting sulla idea iniziale.

16 luglio: Jose Compagnone spiega ai ragazzi l’usabilità dei siti web e i fattori che determinano il successo in termini di visibilità.

wcap_Roma

18 luglio: L’argomento della lezione del giorno, tenuta da Fabio Ciotoli e Mario de Santis, è il Mobile Development. I due mentor hanno spiegato e fornito strumenti per la prototipazione delle applicazioni, nonché per il lancio delle stesse sui marketplace e l’innescamento del fenomeno di viralità.

23 luglio: Simone Cicero ha tenuto una lezione sul Service Design in cui ha spiegato come analizzare un servizio che si vuole lanciare sfruttando strumenti di analisi, quali Stakeholder Map, Customer Journey, Service Blueprint, per ottenere il massimo risultato.

25 Luglio: Alessandro Prunesti catalizza l’attenzione dei ragazzi con una splendida lezione sulle strategie di comunicazione digitale, focalizzandosi in particolar modo sulla creazione di una propria reputazione online e su come rendersi credibili dinnanzi al cliente.

Le startup,anche al di là delle lezioni, lavorano duro: PathFlow è la prima a costituirsi sotto forma di Srl; Pedius, invece, desta l’attenzione della stampa e riceve proposte di partnership da parte di un colosso dell’elettronica.

I ragazzi di Wanderio, la scorsa settimana, accedono al programma di accelerazione al posto di VMSme!, attualmente in fase di negoziazione con un investitore.

Acceleratore di Milano

5 luglio: Una colazione di benvenuto , durante la quale ogni singola startup ha avuto modo di presentare il proprio progetto, inaugura il programma di accelerazione presso la casa dell’innovazione meneghina.

La prima settimana viene dedicata alla brand strategy e al modo di comunicare in maniera ottimale il proprio progetto di impresa a potenziali investitori, partners e stakeholder.

Docenti della settimana sono Chiara Errani, consulente strategico per startup con un passato da marketing manager per importanti aziende; Luca Ballarini, Fondatore e direttore creativo di Bellissimo- studio di comunicazione specializzato in in branding, graphic design ed eventi; Lisa Di Sevo, Associate presso Dpixel.

Già nel corso dei primi incontri i ragazzi hanno avuto l’opportunità di pitchare dinnanzi davanti a Max Uggeri, investitore e founder di daMentors!

Ad intervallare la fase di docenza c’è stato un Business Game realizzato da Artemat: Si è trattato di una simulazione di “go to market”, nella quale ogni team rappresentava una società operante nel mercato dell’app mobile in fase di lancio di una nuova applicazione.

A conclusione della prima settimana, si è svolta una startup breakfast con lo studio legale internazionale “Bird &Bird” sul tema dell‘IP e del Patenting. Nel corso di questo incontro sono state descritte le modalità di tutela della proprietà intellettuale e le procedure relative ai brevetti nazionali ed internazionali.

wcap_Milano

Nel corso della seconda settimana i ragazzi si sono cimentati con il Business Model Canvas e nella realizzazione di un modello adatto al loro progetto di impresa. Docente della settimana Franco Gonella, partner di Dpixel.

9 luglio: Ospite di una colazione tematica è stato Giuseppe Ravello, Ceo di Sounday, che ha spiegato gli step utili e necessari da compiere in fase di kich-off dell’iniziativa imprenditoriale.

11 luglio: Nel corso dell’appuntamento “MeetTheCeo”, Luca Mascaro ha raccontato la sua esperienza e si è confrontato con i ragazzi sui temi della UX e UI dei singoli progetti.

La terza settimana si è aperta con David Drake, uno dei massimi esperti internazionali sul tema del crowdfunding.

16 luglio: Ospite della colazione tematica sul ciclo di vita di una startup è stato Alberto D’Ottavi che si è confrontato con i ragazzi sui temi della product e communication strategy.

La quarta settimana di lezioni è stata incentrata sui temi del Lean Model e MVP con la testimonianza e docenza di Alessandro Galetto, CCO di Sketchin.

Ad incontrare i ragazzi nella consueta giornata di Mentorship c’è stato Federico Rampolla, Head of Digital Innovation di Mondadori, che ha raccontato ai ragazzi l’andamento attuale del mercato dell’advertising e ha dedicato parte del suo tempo anche ad incontri one-to-one con le startup.

Numerosi sono i progressi che stanno facendo le startup:

Starteed, società costituita e con una piattaforma già operativa, in questo periodo intende perfezionare i modelli di pagamento interni.

Dropin, il primo studio di registrazione in cloud, ha lanciato una versione in beta privata e ha come obiettivo quello di aprire a settembre la beta pubblica.

ViciniDiCasa si è focalizzata sulla parte strategica, ossia Business Model Canvas, Brand identity, strategie di engagement e stanno lavorando ai moke up dell’applicazione web e mobile del progetto.

Welco, il citofono a portata di smartphone, ha perfezionato la propria presentazione in lingua inglese e ha lavorato al business plan.

CityGlance chiude un round con un investitore industriale e cede il suo posto, nel programma di accelerazione, a GoalShouter.

The post Il diario dei primi 30 giorni di accelerazione a Catania, Milano e Roma appeared first on Working Capital Accelerator.

Per questo articolo ringraziamo:

Working Capital Accelerator » Blog

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Il diario dei primi 30 giorni di accelerazione a Catania, Milano e Roma

Il diario dei primi 30 giorni di accelerazione a Catania, Milano e Roma

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi