Mercato immobiliare: è passata la crisi?

Tutti coloro che, negli ultimi tempi, hanno deciso di vendere casa, si sono per lo più scontrati con un mercato avverso, per due motivi:

  • i prezzi di mercato sono calati;

  • i tempi per poter vendere una abitazione si sono mediamente allungati.

Tutto questa ha ingessato il mercato immobiliare italiano, che negli scorsi semestri ha fatto segnare un -26% per le compravendite nell’edilizia residenziale. Ancora peggio sono andati i mutui: lo scorso anno c’è stato un calo del 42% rispetto all’anno precedente, mentre nel primo trimestre i mutui concessi sono scesi di un ulteriore 11% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. E pensare che secondo le previsioni di alcuni operatori, il fondo era stato raggiunto nel 2012, per cui il 2014-2015 doveva essere l’anno della ripresa!

Il boom per le case turistiche

Il risvolto di questa situazione è che, se siete proprietari di una casa in una zona turistica o nel centro di grandi città avete un crescente numero di potenziali acquirenti dall’estero, in particolare dalla Germania. A rivelarlo è una indagine svolta dalla testata internazionale Bloomberg, secondo la quale alcune agenzie immobiliari che operano sul Lago di Como hanno avuto quest’anno un vero e proprio boom di acquirenti tedeschi, che insieme a russi ed inglesi sono i maggiori interessati all’acquisto di immobili in Italia.

Complice di questo trend è ovviamente la crisi immobiliare italiana, che ha visto calare non solo le compravendite, ma anche i prezzi delle abitazioni. Ed è quindi il momento in cui gli stranieri facoltosi possono fare i loro investimenti nel bel paese, attraverso l’acquisto di case per turismo; anche nella capitale c’è stata una svolta in tal senso, a giudicare dai dati di vendita e installazione di impianti allarme Roma per proteggere le case quando i proprietari sono nel paese di origine.

Secondo una indagine di Scenari Immobiliari riportata nell’articolo pubblicato su Bloomberg, le case italiane sono state vendute in media agli stranieri a 500mila euro: si parla ovviamente di acquisti di seconde case in Italia, le cui compravendite sono aumentate nel corso del triennio scorso.

Insomma, visto il calo generalizzato dei prezzi, questo non è il momento migliore per vendere, ma può essere comunque un buon momento per chi può vendere un immobile ad acquirenti stranieri, visto che è l’unica voce del mercato immobiliare ad aver registrato, anche nell’annus horribilis, un aumento significativo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi