Utilizzare i mezzi di trasporto, privati o pubblici che siano, comporta, per i soggetti più sensibili, una serie di preoccupazione. Di che tipo? Dalle più banali alle più bizzarre, che prendono il loro avvio dall'insonnia fino ad arrivare alle smanie più inaudite. Munirsi di ansiolitici o sonniferi, sembra essere la scelta più gettonata per coloro che non sopportano di trovarsi ad alta quota insieme ad uno stormo di uccelli che sta migrando, ma anche per chi, sulla terra ferma, deve subire numerose ore di pullman in balia di una guida poco serena lasciata nelle mani di un autista sconosciuto. Saper riconoscere le proprie ansie è il primo passo per iniziare il proprio spostamento in totale tranquillità : La prima cosa a cui dovete prestare attenzione sono gli eventuali sintomi. Ci si sente  un po’ nervosi a volte, ma si parla di vera e propria ansia da viaggio quando alcuni recettori del cervello non funzionano come dovrebbero. Ciò può far sì che il corpo e la mente si sentano come se si è davvero in pericolo quando, in realtà, non c’è nulla di cui preoccuparsi. Una soluzione possibile può anche essere viaggiare con persone in grado di rassicurarci e capaci di prendere in mano la situazione in casi estremi.

Il mezzo più sicuro

Sebbene l'ansia possa invadere la nostra mente durante un viaggio, ciò non toglie che matematica, statistica e tecnologia hanno valutato che l'aereo sia il mezzo di trasporto più sicuro, eppure, nonostante questi dati, continuiamo ad averne paura. Conoscere meglio questo mezzo di trasporto, potrebbe aiutare a vincere questa paura. Prima di tutto bisogna chiarire che, quando si utilizza questo mezzo, nei cieli non si è soli perché, in media, ogni giorno, volano più di 8 milioni di persone. Un'altro punto a favore dell'aereo lo ha individuato David Ropeil, il quale ha calcolato che la probabilità di morire in un incidente aereo sono una su 11 milioni, mentre quella di morire per l'attacco di uno squalo è di una propabilità su tre milioni! Incredibile no? Tante altre sono le motivazioni per cui prendere l'aereo si configura come una scelta saggia, basta semplicemente armarsi di coraggio e di informazione.

Il famigerato bus

Il bus è un altro esempio di mezzo che può costituire un problema per i soggetti più sensibili, i quali però, sono costretti a confrontarvi molto più frequentemente di quanto ci si confronti con un aereo. Un esempio banale risiede nella navetta che si utilizza per fare tragitti brevi: una volta arrivati alla stazione di termini a Roma, per esempio, uno dei modi più veloci per arrivare all'aereoporto è quello di utilizzare il bus termini Ciampino. Questo tragitto non è eccessivamente lungo, eppure c'è chi soffre all'interno di  un mezzo che oscilla per le strade di una città. Un metodo per cacciare via l'ansia è dotarsi di comode cuffiette con della musica piacevole e chiudere gli occhi, aspettando il proprio arrivo a destinazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi