Occupazione: donne ancora in calo

Nonostante i timidi segnali di ripresa della disoccuazione, il tasso di occupazione Veneto è ancora negativo: -1,7 punti percentuali nel secondo trimestre del 2013, il calo più elevato di tutto il Nord Italia, con l’Italia addirittura in recupero (+0,3%); la contrazione regionale ha portato il valore assoluto degli occupati a circa 2 milioni e 80 mila (oltre 50 mila in meno dello stock nel 2° trimestre 2012). A pagare le conseguenze maggiori di questa contrazione è l’occupazione femminile, il cui tasso diminuisce di 1,8 punti percentuali rispetto al 2° trimestre 2012, con una flessione molto più ampia di quella nazionale. Scarica la scheda

Occupazione: donne ancora in calo

tasso-occupazioneNonostante i timidi segnali di ripresa della disoccuazione, il tasso di occupazione Veneto è ancora negativo: -1,7 punti percentuali nel secondo trimestre del 2013, il calo più elevato di tutto il Nord Italia, con l’Italia addirittura in recupero (+0,3%); la contrazione regionale ha portato il valore assoluto degli occupati a circa 2 milioni e 80 mila (oltre 50 mila in meno dello stock nel 2° trimestre 2012). A pagare le conseguenze maggiori di questa contrazione è l’occupazione femminile, il cui tasso diminuisce di 1,8 punti percentuali rispetto al 2° trimestre 2012, con una flessione molto più ampia di quella nazionale.

Scarica la scheda

Per questo articolo si ringrazia:

Officina Veneto

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Occupazione: donne ancora in calo

Occupazione: donne ancora in calo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi