L’importanza del gestionale chimici per l’industria

Le aziende chimiche devono lavorare all’interno di un ambiente lavorativo molto complesso, regolato da severe norme di sicurezza per l’ambiente e per la salute dei lavoratori. Sono molti, infatti, i rischi che bisogna affrontare in ogni lavorazione dell’industria farmaceutica, dalla realizzazione dei prodotti con il rischio incendi e di infortunio sul lavoro fino ai controlli legati allo smaltimento dei rifiuti tossici. Le lavorazioni sono molto delicate e necessitano di un controllo continuo e meticoloso in ogni parte della catena di montaggio. Inoltre, c’è una forte competizione globale fra i grandi produttori dell’industria chimica. Le aziende devono ottenere il meglio dai loro processi produttivi con il minimo investimento e la minima perdita, cercando di tenere un margine di profitto per non collassare. Alleggerire il carico di difficoltà dell’industria chimica si può attraverso una gestione efficace e innovativa, possibile grazie all’utilizzo del gestionale chimici, un software che consente di ottenere interessanti vantaggi per la produzione aziendale. Scopriamo le sue funzioni.

Le funzioni del software gestionale chimici

Un software gestionale per aziende chimiche integra e automatizza i processi produttivi, riducendo i costi e aumentando il rendimento sia a livello gestionale che produttivo. I problemi affrontati dalle aziende chimiche sono simili ad altre aziende, come la gestione dell’archivio, dei documenti, delle entrate e delle uscite, ma la produzione di sostanze chimiche, rende le industrie chimiche e farmaceutiche soggette al controllo e alla gestione di ulteriori requisiti particolari della produzione come la conformità normativa, la riciclabilità dei materiali, il rispetto della formulazione per ogni prodotto, la storia di ogni singolo lotto di produzione, la data di scadenza e così via. I software gestionali per l'industria chimica supportano i fabbricanti di sostanze chimiche per gestire in modo efficiente le formulazioni prestabilite, i controlli di qualità, la gestione dei clienti, la produzione e il reporting finanziario. Sono soluzioni facili ed efficaci per qualsiasi gamma di aziende chimiche indipendentemente dalla loro dimensione o volume, poiché ogni software gestionale chimico è progettato per essere flessibile e versatile per ogni sua funzione.

I processi chimici controllati dal software gestionale per chimici

I processi produttivi più importanti che un software gestionale chimico può gestire sono le operazioni di miscelazione delle materie prime e le operazioni di reazione controllata. Le operazioni di miscelazione delle sostanze chimiche possono risultare apparentemente semplici, poiché si basano su formule registrate e non portano alla formazione di un prodotto completamente modificato nel suo assetto chimico. Nel caso di operazioni di reazione controllata, le sostanze chimiche vengono miscelate in una quantità proporzionata per generare una soluzione completamente nuova. La qualità finale non è una semplice somma delle sostanze chimiche di partenza, ma può far variare le caratteristiche fisiche e chimiche, con un processo di reazione complesso e difficile da prevedere completamente. Con la registrazione delle formule nel software si aumenta la sicurezza e le prestazioni in fase di produzione e si hanno risultati sempre precisi e corretti. Inoltre, i software gestionali per prodotti chimici aggiornano in maniera continua lo stato delle soluzioni chimiche al fine di avere un quadro chiaro della gestione dei lotti e dell’assegnazione del prezzo di mercato sula base dei costi sostenuti per la produzione.

Riparazione Serrande Firenze 24h

Avete un problema alla serranda? Non riuscite più a farla funzionare? A tutti può capitare un piccolo imprevisto. Certo, se dobbiamo aprire il garage per andare al lavoro e la serranda oppone resistenza, il problema potrebbe essere più pesante del dovuto.

Come dobbiamo comportarci quando le serrande non funzionano più? I motivi possono essere molteplici e non sempre sono da addurre alla normale usura. È bene ricordare che eseguire la manutenzione annuale sulla serranda potrebbe prevenire alcuni problemi, al fine di ristabilirne la funzionalità e le prestazioni al 100%.

A tal proposito, possiamo consigliarvi una ditta a cui rivolgervi, ovvero Riparazione Serrande 24h a Firenze. Serrande Bandoni opera a Firenze: se abitate in città e la serranda non funziona, potete richiedere il Pronto Intervento. Come funziona quest’ultimo? E quali sono i servizi offerti dalla ditta? Ve ne parliamo in maniera approfondita.

Con il supporto di Serrande Bandoni, potrete accedere al box nel minor tempo possibile. Avete bisogno di aiuto nell’immediato? Dovete andare al lavoro o a un appuntamento e non riuscite a prendere l’auto? Il servizio di Serrande Bandoni è continuativo: 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Grazie ai turni, è possibile, dunque, trovare sempre un tecnico specializzato e altamente qualificato per sistemare la situazione. Di seguito, parliamo di problemi alle serrande e dei loro servizi.

Problemi alla serranda? Ecco come possiamo comportarci

Da cosa può essere causato un problema alla serranda? Dobbiamo ricercare i motivi nella manutenzione. È naturale che la normale usura possa mettere a dura prova il suo funzionamento. Così, controllare il meccanismo ci permette di sostituire o sistemare un determinato componente.

Le serrande sono un elemento essenziale per l’abitazione. Offrono molteplici vantaggi e, scegliendo il giusto stile, vanno ad aumentare anche il design della nostra casa. Tuttavia, non sono un semplice elemento decorativo: le installiamo nel box del garage, dunque la prima funzione che svolgono è di protezione. Proteggono dagli agenti atmosferici, dai ladri e tanto altro.

Avete deciso di cambiare la serranda? Vi occorre un consiglio e un aiuto per installarla? Anche in questo caso Serrande Bandoni può aiutarvi. Come vi abbiamo anticipato prima, i loro servizi sono davvero tanti: dalla manutenzione alla riparazione, possiamo rivolgerci loro anche in caso di semplice assistenza.

La serranda del vostro box si è improvvisamente bloccata? Dovete andare al lavoro o avete un appuntamento urgente? Non riuscite più ad aprirla o a chiuderla? Ci sono svariate cause: i componenti all’interno del meccanismo si sono usurati e possono aver ceduto. riparazione serrande Firenze è sicuramente il servizio da richiedere in questi casi. Come funziona nello specifico? A che ora possiamo rivolgerci loro? Approfondiamo questo aspetto nel prossimo paragrafo.

Pronto Intervento Riparazione Serrande Firenze 24h

Richiedendo un intervento d’urgenza, potremo essere certi che il lavoro sarà fatto in modo impeccabile. Talvolta, decidiamo di seguire i consigli su internet: provare a riparare la serranda da soli potrebbe non essere l’idea perfetta. Dipende da una moltitudine di fattori. Ad esempio, se conosciamo il settore, abbiamo una conoscenza base di manualità e di fai da te e soprattutto abbiamo a disposizione gli strumenti necessari per operare.

Di seguito, vi illustriamo una breve panoramica dei lavori che offre Serrande Bandoni.

·         Procedono con la sostituzione delle molle, dei cuscinetti, dei tiranti oppure dei cavi rotti o usurati. Questi sono i componenti maggiormente soggetti ad usura.

·         Riparano l’albero di avvolgimento.

·         Lubrificano le parti meccaniche in movimento: indispensabile per riuscire a sbloccare il meccanismo e consentirvi di aprire o chiudere la serranda.

·         Eseguono interventi di riparazione sul motore. A volte, anche il motore può generare problemi.

·         Sostituiscono lucchetti a terra e serrature di sicurezza.

 

 

Unsigned, l’abbigliamento per bambini made in Italy di qualità e 100% organico

Unsigned, l’abbigliamento per bambini made in Italy di qualità e 100% organico

Quante volte ci chiediamo se i tessuti che mettiamo a contatto con la pelle dei nostri bambini sono davvero adatti a loro? Se sono sintetici o peggio ancora tossici? Se rispettano l’ambiente?

Essendo allergica, mi pongo spesso questa domanda. Anche i miei figli purtroppo hanno preso da me, avendo tutti e tre una pelle molto delicata.

Una bella scoperta è stata Unsigned Children Wearing, un marchio di grande qualità, design e sostenibilità, dedicato ai bambini che vogliono divertirsi, alle mamme attente ai materiali, al look sempre particolare e al gusto.

Unsigned è un brand 100% italiano, un’interpretazione totale ed appassionata di una filosofia fondata sulla creatività ed il rigore produttivo.

I materiali utilizzati nella realizzazione dei capi sono scelti e selezionati accuratamente da fornitori Italiani con l’obiettivo di creare un prodotto, sia nel gusto che nella sostanza, realizzato nel rispetto delle norme di produzione ed etiche, che sono il tratto distintivo della filosofia del marchio.

unsigned-moda-bambini-estate-2019

Unsigned  è nato dalla fantasia e creatività di Marcella, una imprenditrice, designer con lo sguardo sempre rivolto al futuro.

Mi piace fermarmi ogni tanto e immaginare di poter costruire il futuro, lasciandomi ispirare dall’energia del mio bambino. Per fare questo mi metto in gioco quotidianamente, per realizzare e far crescere il progetto che ho nel cuore fin da quando ero ragazzina.

Il suo interesse nei confronti del Design e della Moda, intesa anche come fattore sociale, l’ha portata negli anni a capire come voleva comunicare. Attraverso lo stile, i suoi valori e grazie anche all’esempio dei suoi genitori, ha imparato a credere che l’impegno e la tenacia, unite al sacrificio e alla lealtà, sono i principi sui quali costruire e poter realizzare ciò che spesso riusciamo solo ad immaginare.

unsigned-moda-bambini-estate-2019

Tutto questo Marcella cerca di trasmetterlo, oltre che nella vita, attraverso il  suo lavoro, creando collezioni che siano lo specchio dei fondamenti etici e morali sui quali ha costruito la sua vita e il suo brand.

Collezioni immediate e dalle linee semplici, capi destrutturati ma realizzati con cura nella scelta dei materiali e dei particolari.

Unsigned nasce nel 2016 dalla voglia di realizzare qualcosa di nuovo.

Dopo tanti anni di collaborazioni con altre aziende, volevo essere libera di esprimermi liberamente attraverso il gusto e lo stile. Volevo liberarmi dalle regole imposte dal mercato dei grandi marchi e creare un prodotto unico e prezioso nella sostanza, che raccontasse una storia e, attraverso il quale, raccontare nuove storie.

Uno dei punti di forza di Unsigned è il tipo di produzione, quasi artigianale, tutta Made in Italy in laboratori Italiani di lunga esperienza. Persone che hanno creduto nel progetto e hanno aiutato Marcella a realizzare le collezioni con estrema maestria e competenza, con la cura e la professionalità propri del vero Made in Italy.

Persone che considerano il loro mestiere come una vocazione, mani che si adoperano per creare qualcosa di unico e ingegno che non smette mai di guardare al futuro e all’innovazione.

Altro aspetto importante è il rapporto con i clienti: una piccola azienda, dal numero di clienti gestibile, permette di avere un’attenzione esclusiva e un ottimo rapporto pre e post vendita.

unsigned-moda-bambini-estate-2019

unsigned-moda-bambini-estate-2019

La collezione Primavera-Estate parla dell’ambiente in cui viviamo, di come i nostri figli ci stiano chiedendo di averne cura. Di come vorrebbero trasformalo, per renderlo più verde, per proteggerlo.

Parla di armonia tra ambiente urbano e natura. Di equilibrio.

D’altra parte proprio in questi giorni la cronaca ci racconta come proprio i più piccoli stiano combattendo in prima linea per ricordarci innanzitutto che il mondo in cui viviamo lo abbiamo in prestito da loro.

Rispetto alle precedenti collezioni Unsigned, questa collezione si contraddistingue sicuramente per l’uso di colori più vivaci come il Lantana e il Verde Foglia.

Poi la novità risiede nei materiali: gran parte della collezione è realizzata non solo con fibre naturali e prive di sostanze chimiche residue, ma stavolta con cotoni organici certificati, proprio per salvaguardare il rispetto della pelle del bambino e dell’ambiente.

La collezione Primavera Estate 2019 di Unsigned-Children Wearing gioca con la contrapposizione e l’incontro tra l’ambiente urbano e la natura.

Le forme geometriche e i rimandi floreali si intrecciano attraverso l’uso di tessuti organici e particolari ricercati: le misteriose e perfette geometrie della natura incontrano quelle costruite dall’uomo nell’ambiente metropolitano e qui trovano la loro armonia.

unsigned-moda-bambini-estate-2019

La SS19 di Unsigned è un’unica collezione che propone, oltre ai look per bimbo e bimba, anche capi unisex a favore di un unico microcosmo.

La freschezza dei tessuti e la semplicità delle linee, la sartorialità e la produzione artigianale italiana, donano ai capi Unsigned, preziosità nella manifattura e sicurezza nella vestibilità.

In questa collezione il verde acceso, il rosa Lantana e il bianco, si combinano con i toni dei grigi-asfalto per raccontare una storia ispirata alla riqualificazione del tessuto urbano. Unsigned immagina il mondo con gli occhi dei bambini.

Ogni capo è un must have perché tutti fanno parte di un processo creativo unico e sono collegati tra di loro. Le collezioni Unsigned infatti sono fatte di pochi pezzi e concepite come un unico guardaroba in cui ogni pezzo è pensato per essere accompagnato a un altro.

Tra i  capi che ci sono piaciuti di più la giacca “Atena” da bambina e lo shorts “Cupido”

Non ci sono occasioni particolari per le quali scegliere i capi Unsigned.

L’idea è quella di far vivere un capo il più possibile, perché il ciclo di utilizzo non si consumi in breve tempo.

Così la qualità e il design lineare e senza tempo, insieme alle vestibilità ampie, fanno si che un capo Unsigned possa essere indossato più volte e in più occasioni. Un capo acquistato per un occasione più elegante può essere utilizzato nuovamente con delle scarpe sportive nel quotidiano.

In questo modo si riducono gli sprechi e si riesce a sfruttare un capo più volte.

D’altra parte, credo che sia capitato un pò a tutti noi di renderci conto di aver fatto un buon acquisto solo dopo aver sfruttato un capo per tanto tempo e in così tante occasioni da creare un legame quasi affettivo.

E’ un lavoro che ho scelto e costruito negli anni. Quindi amo praticamente tutto ciò che ha a che fare con esso. Dal processo creativo alla realizzazione dei bozzetti; le fiere di settore in cui andare a curiosare per scoprire tutte le novità; toccare, sperimentare, scegliere i tessuti che andranno a dare carattere e forma alle idee per poi trasferirli al pubblico con la campagna vendita. Amo lavorare a stretto contatto con le modelliste e i laboratori in fase di campionario. È un lavoro che ti spinge ad imparare costantemente, e del quale è impossibile stancarsi perché è fatto di novità, ricerca continua, sperimentazione.

I modelli colorati e divertenti che consentono ai bambini di essere liberi, avvolgendoli con comodità ed eleganza ci sono piaciuti tantissimo!

Pregiato nella sostanza, lo stile Unsigned vive di linee semplici, materiali importanti e grande cura nei dettagli.

Il tratto distintivo è la componente creativa, che si trova nella personalissima interpretazione di uno stile innovativo e immediato, che viene dal cuore, senza altri vincoli di appartenenza. Ciò che rende speciale Unsigned non è la griffe, mai esposta sul capo, ma il contenuto: il pensiero che sta dietro ogni singolo capo d’abbigliamento.

Manca la firma? Unsigned va oltre.

Post realizzato in collaborazione con Unsigned  Children Wearing

Fonte: Unsigned, l’abbigliamento per bambini made in Italy di qualità e 100% organico

Basculanti: cosa sono, a cosa servono e come si riparano

Basculanti: che cosa sono e a cosa servono

A cosa serve la basculante? Questo portone si installa nel garage: in commercio, possiamo trovarne di numerosi stili, che si adattano ad ogni esigenza. Ad esempio, possiamo scegliere la basculante con meccanismo a molla, oppure a contrappeso. In ogni caso, offre una soluzione pratica, comoda e sicura per il nostro garage.

Oltre alle differenze di cui vi abbiamo parlato prima, cambia anche il metodo di apertura della basculante: debordante o snodata, abbiamo una vasta scelta. Quali sono le caratteristiche e i vantaggi della scelta di questo portone?

Anzitutto, la basculante è estremamente pratica e leggera. Esteticamente, poi, è il massimo: un design fine, quasi minimale, che renderà al massimo sul vostro garage. L’unico svantaggio dell’acquisto è rappresentato dal grado di silenziosità, non proprio elevato rispetto ad altri portoni.

Dal punto di vista isolante, invece, la basculante è assolutamente il massimo. La coibentazione è uno dei vantaggi più interessanti: l’isolamento termico offerto ci lascia completamente soddisfatti. Con le lastre isolanti, è possibile ottenere una prestazione perfetta.

Alcune basculanti, infine, prevedono un sistema molto innovativo, a “paracadute”, che serve soprattutto nel momento in cui il portone sta per rompersi. Questo sistema, infatti, si aziona quando stanno per cedere i cavi di apertura: ha l’obiettivo di rallentare la caduta del portello.

Manutenzione e Assistenza basculanti: come dobbiamo comportarci?

Per la basculante, dobbiamo tenere conto anche della scelta dei materiali e del relativo grado di sicurezza, da non sottovalutare. Proteggere il nostro garage è importante: così, dobbiamo avere cura di fare la scelta migliore.

Si consiglia di investire sul legno o sulla lamiera nel caso in cui abitiate in una zona relativamente tranquilla. In alternativa, è possibile investire sulla basculante in acciaio, per ottenere il massimo della prestazione dal punto di vista della sicurezza. Un ultimo vantaggio, che sicuramente merita di essere menzionato, è la versatilità della basculante: grazie ai materiali, possiamo decidere sfumature, colori per un design perfetto e conforme all’edificio.

Vi abbiamo parlato della basculante, dei vantaggi e delle caratteristiche che offre. Adesso, è arrivato il momento di scoprire come possiamo mantenerla al meglio, per avere sempre un’efficienza di funzionamento al 100%.

Qual è la manutenzione della basculante? Cosa c’è da sapere a riguardo? Possiamo farla da soli, oppure è necessaria la presenza di un professionista? Vogliamo discutere anche dell’importanza della manutenzione. Molto spesso, una serranda si blocca a causa di un componente che ha ceduto o che non aziona più il meccanismo di funzionamento. Lo stesso discorso vale per la basculante. Trascurarle, purtroppo, ci può causare dei problemi non da poco.

Quando acquistiamo una basculante con il meccanismo a molla, dobbiamo mettere in conto la sua manutenzione annuale. Alla fine, parliamo sempre di un portone che azioniamo ogni giorno: è naturale che sia soggetto ad usura.

riparazione basculanti: cosa sapere a riguardo?

Sicuramente, possiamo decidere di effettuare una manutenzione annuale per controllare lo stato delle basculanti. Questo è il modo migliore per prevenire possibili problemi. Possiamo effettuare la manutenzione ordinaria da soli, oppure è necessaria la presenza di un professionista?

La risposta dipende dalle vostre capacità: siete appassionati di manualità e di fai da te? Allora, potreste provare a controllare i componenti e i meccanismi che ne regolano il funzionamento. In alternativa, la presenza di un professionista del settore è consigliata. In questo modo potrete accettarvi che sarà eseguito un ottimo lavoro, ripristinando la loro efficienza al 100%.

 

La vostra basculante si è rotta all’improvviso? Non riuscite ad aprire il portone del garage e prendere l’auto per andare al lavoro? Allora, dovete assolutamente rivolgervi al Pronto Intervento. 

Vivaio di stelle scoperto in una galassia antichissima, ma non dovrebbe esserci: cos’è successo

Vivaio di stelle scoperto in una galassia antichissima, ma non dovrebbe esserci: cos’è successo
in foto: Credit: NAOJ

Nel cuore di un’antichissima galassia di 13,2 miliardi di anni è stato osservato un vivaio di stelle che non dovrebbe essere lì, e che può essere spiegato solo modificando i modelli teorici più accreditati relativi alla formazione stellare. Ma procediamo con ordine.

Segnale radio. Gli scienziati hanno innanzitutto rilevato un segnale radio che indica l’abbondante presenza di polvere interstellare (il vivaio di cui sopra), una “culla” dove nascono le nuove stelle, ma anche nuovi sistemi e pianeti. Non ci sarebbe nulla di strano se non fosse proprio per la veneranda età della galassia chiamata Macs0416_Y1, una delle prime ad essere originate nell’Universo primordiale. Poiché la polvere interstellare e gli elementi pesanti come l’ossigeno derivano proprio dalle stelle “morte” che danno vita a un ciclo di rinascita, l’abbondanza di ciò che è stato rilevato suggerisce che una grande quantità di stelle doveva essere già esplosa nella giovanissima galassia, che ha solo 600 milioni di anni in più del Big Bang, l’evento che ha dato il via all’espansione dell’Universo. Tutto questo cozza con i nostri modelli teorici sulla formazione delle stelle. Insomma, quelle nubi di polveri e gas non dovrebbero essere lì. Come si spiega, dunque, un simile fenomeno?

Credit: ALMA (ESO / NAOJ / NRAO), Telescopio spaziale Hubble NASA / ESA, Tamura et al .in foto: Credit: ALMA (ESO / NAOJ / NRAO), Telescopio spaziale Hubble NASA / ESA, Tamura et al .

Nate due volte. Una risposta è stata data dagli astrofisici giapponesi che hanno rilevato il segnale grazie all’ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array), un potentissimo radiointerferometro piazzato su una montagna nel deserto di Atacama, in Cile. Gli scienziati, coordinati dal professor Yoichi Tamura, docente presso la Division of Particle and Astrophysical Science dell’Università di Nagoya, hanno puntato la galassia Macs0416_Y1 – sita nel cuore della costellazione di Eridano – con diversi strumenti ottici, tra i quali il Telescopio Spaziale Hubble, il Telescopio Spaziale Spitzer e il VLT (Very Large Telescope) dell’Osservatorio Europeo Australe (ESO). La luce che hanno rilevato dimostra che le stelle della galassia hanno 4 milioni di anni, ma sono troppo pochi per spiegare una simile abbondanza di polveri e gas. Tamura e colleghi hanno proposto varie teorie, ma l’unica in grado di spiegarla senza stravolgere (troppo) i modelli teorici è un processo di formazione stellare avvenuto in due fasi, e non in uno solo. In parole semplici, le prime stelle della galassia sarebbero nate 300 milioni di anni dopo il Big Bang, un processo andato avanti per 100 milioni di anni e che poi si è arrestato. Dopo un periodo di pausa l’attività di formazione stellare sarebbe ripresa 600 milioni di anni dopo il Big Bang. Con questo modello di formazione stellare è possibile dare una spiegazione al segnale rilevato, anche se gli astrofisici hanno ancora moltissimo da comprendere su questi affascinanti meccanismi. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica specializzata The Astrphysical Journal.

Fonte: Vivaio di stelle scoperto in una galassia antichissima, ma non dovrebbe esserci: cos’è successo

I vini bianchi del Friuli Venezia Giulia

Il Friuli Venezia Giulia è una delle regioni italiane più piccole. Non solo, la zona montuosa dove è possibile coltivare vigneti è ridotta al minimo. A prima vista insomma potrebbe sembrare come una regione che non ha niente da offrire agli amanti del buon vino. Invece non è affatto così. Nonostante tutto infatti la tradizione vinicola della zona è molto antica, radicata e capace di produrre alcune tra i vini bianchi in assoluto più buoni di tutta Italia, ormai diventati famosi nel corso degli anni anche all’estero. Nelle zone collinari e nelle pianure che si estendono vicino al mare, nella zona più a Sud quindi della regione, si producono vini di altissimo livello come il Ramandolo, senza dimenticare poi le zone dei Colli Orientali e l’area di Collio, i cui vini sono stati premiati in più di un’occasione. Quali sono i più importanti produttori? Ce ne sono molti che meriterebbero una menzione, ma possiamo affermare che la cantina Lis Neris che si trova a San Lorenzo Isontino e la cantina Vie di Romans di Mariano del Friuli sono senza alcun dubbio le più famose e interessanti.

Lis Neris è una delle realtà più interessanti dell’Isonzo, che dispone di ben 70 ettari di vitigni, in una zona caratterizzata dalla presenza dei ciottoli fluviali che sono fondamentali per la viticoltura, dato che consentono di assorbire in modo eccellente il calore durante il giorno e di rilasciarlo di notte. Da questi vitigni, con specie autoctone ma anche internazionali, nascono vini carichi di rigore, in possesso di una ricchezza organolettica senza eguali, capaci davvero di emozionare. Vie di Romans, che appartiene da oltre un secolo alla famiglia Gallo, è riuscita nel tempo a valorizzare in modo eccellente il concetto di cru. La cantina sfrutta al meglio le diversità di ogni vigneto, riuscendo così a dare vita a vini semplicemente incredibili, sempre di qualità, in possesso di sfumature organolettiche che possono essere considerate uniche nel loro genere, inedite. Da ricordare che su ogni bottiglia non è presente solo il nome del vitigno, ma anche il nome del vigneto di derivazione, simbolo di un amore e di un'attenzione impeccabili per il territorio.

Dove acquistare tutte queste eccezionali etichette? Vi consigliamo di acquistare i migliori vini bianchi friulani su Tannico, un’enoteca dedicati ai vini italiani e stranieri dove avrete a disposizione oltre 16.000 etichette tra cui scegliere e ben 2.500 cantine. Le cantine disponibili sono ovviamente quelle più famose, ma ce ne sono moltissime anche di nicchia, così da poter provare vini sempre nuovi. Il bello di Tannico è che la scelta dei vini è semplice dato che sono presenti descrizioni, note olfattive, consigli sui migliori abbinamenti e ogni altro genere di informazione di cui potreste avere bisogno. Inoltre è fondamentale ricordare che Tannico presta una grande attenzione anche agli imballi, pensati appositamente per resistere ad ogni possibile genere di urto e agli eventuali sbalzi di temperatura a cui il vino potrebbe andare incontro durante il trasporto. La bottiglia insomma arriverà a casa vostra sempre perfettamente integra, con tempistiche di spedizioni veloci. E le spese? Con Tannico avete la possibilità di risparmiare anche fino al 50% rispetto al prezzo di listino del vino. Acquistare i vini bianchi friulani su Tannico è insomma vantaggioso sotto ogni possibile punto di vista.

Ecco Hyperloop, il treno del futuro per fare Milano-Napoli in meno di un’ora

Ecco Hyperloop, il treno del futuro per fare Milano-Napoli in meno di un’ora

Sarà inaugurato negli Emirati Arabi il treno del futuro in grado di viaggiare ad una velocità di 1.200 chilometri orari, consentendo di coprire la distanza che separa Milano e Napoli in meno di un’ora e di spostarsi tra Milano e Roma in soli 25 minuti. Per il momento, però, l’Italia dovrà aspettare e affidarsi all’attuale alta velocità: Hyperloop, questo il nome del treno ultra veloce, sarà inaugurato nel corso dei prossimi due anni con una tratta iniziale che coprirà la distanza tra Dubai e Abu Dhabi e che consentirà di spostarsi tra le due città in 12 minuti: attualmente il tempo di percorrenza è di un’ora e 40 minuti.

Di Hyperloop si parla ormai da diversi anni proprio per la sua promessa di essere il treno ultra veloce del futuro, in grado di viaggiare a velocità prima inimmaginabili e collegare città distanti migliaia di chilometri in qualche decina di minuti. Una tecnologia presentata da Elon Musk – fondatore di Tesla – e basata sull’utilizzo di tubi a bassa pressione in cui le capsule sono spinte da motori lineari a induzione e da compressori d’aria. La costruzione del tracciato che collegherà le due città arabe è iniziato ormai da diverso tempo, mentre il treno è stato recentemente svelato al pubblico. La gestione del tracciato sarà affidata a Etihad Rail, che attualmente ha completato la connessione tra Al Dhafra e Abu Dhabi, ad oggi utilizzata però dai treni normali.

Una volta completato il progetto, però, la tratta e il treno ultra veloce collegheranno varie zone degli Emirati Arabi “in maniera sicura, comoda ed efficiente” come ha spiegato Etihad Rail. Il treno Hyperloop dovrebbe essere lanciato nel corso dei prossimi 12/24 mesi, potenzialmente in tempo per poter trasportare i visitatori di Expo 2020 che il prossimo anno catalizzerà l’attenzione del mondo su Dubai. Grande attenzione anche per quanto riguarda le stazioni del futuro, la cui progettazione sarebbe stata affidata allo studio UNStudio. “L’hyperloop non è solo un’alternativa realistica e praticabile al volo, rivoluzionerà i viaggi,” aveva spiegato Ben Van Berkel, principale architetto e fondatore di UNStudio. “Fornirà tempi di viaggio estremamente veloci con collegamenti diretti tra le città, consentendo modi completamente nuovi di lavorare e trascorrere il tempo libero, che a sua volta porterà a una moltitudine di vantaggi economici, ambientali e di scambio di conoscenze”.

L’Italiano a capo di Hyperloop

Un collegamento con il nostro paese, però, c’è: è Gabriele Gresta, 47enne cofondatore di Hyperloop che già nel corso degli ultimi mesi ha provato a presentare il progetto del treno supersonico anche al governo italiano, per rendere realtà la connessione tra nord e sud in meno di un’ora. Una proposta che, pare, è piaciuta al governo, anche perché Hyperloop non avrebbe l’impatto ambientale che i 5 Stelle criticano della Tav. Questo perché le strutture sarebbero ricoperte da pannelli solari che “fanno sì che Hyperloop produca il 30% in più dell’energia che consuma. Ed è questo il vero modello di business, non la velocità” spiega Gresta. Dal 9 al 14 aprile una capsula di Hyperloop sarà esposta a Milano in occasione del Salone del Mobile, mentre nel corso del 2019 si potrà sperimentare a Tolosa, in Francia, il viaggio nei primi 350 metri di tubo.

Fonte: Ecco Hyperloop, il treno del futuro per fare Milano-Napoli in meno di un’ora

La sostenibilità ambientale

Nell'ambito delle scienze ambientali ed economiche, il concetto di sostenibilità ambientale risulta essere, la condizione di uno sviluppo capace di provvedere al miglioramento dei bisogni della generazione esistente, senza però intaccare la realtà che interesserà le generazioni future. Maggiore è la stabilità e l'equilibrio del nostro ecosistema, maggiori sono le capacità di auto-provvedere a fattori di origine esterna, che tendono a modificare uno stato di quiete del nostro pianeta. La sostenibilità ambientale, ha fatto registrare un profondo cambiamento che, partendo da una visione legata aspetti ecologici, è arrivata ad un significato più globale, che tiene conto delle dimensioni macroscopiche del mondo sociale ed economico, oltre che ambientale. La sostenibilità implica un vero e proprio un benessere, costante e preferibilmente crescente, che si estenda ad un tempo futuro e di cui, i nostri discendenti, non dovranno seriamente preoccuparsi.

I punti

Per mantenere un mondo sostenibile, è necessario che si mettano in pratica delle attività, capaci di applicare un vero e proprio effetto “cuscinetto” sul nostro ambiente. Ridurre l'estrazione di sostanze naturali dalla crosta terrestre, come metalli e combustibili fossili, non solo permetterebbe una conseguente riduzione dell'emissione di CO2, ma consentirebbe anche di non impoverire il suolo della nostra terra, il quale ha bisogno di un bagaglio ricco di elementi per mantenere la proliferazione di vegetazione e della fauna. Ridurre invece la produzione di sostanze e composti chimici complessi, come la la plastica e le diossine, non solo vedrebbe i mari protagonisti di oceani più puliti, ma permetterebbe di respirare aria più pulita e libera da sostanze tossiche che, ogni giorno, in città, inquinano i gas che respiriamo. La sostenibilità ambientale, vede i suoi frutti in una qualità di vita sociale migliori. Puntare sulla natura, come risorse di energie, consentirebbe un tenore di vita meno dispendioso e più sano: ridurre gli ostacoli che impediscono alle persone di soddisfare i bisogni umani fondamentali, come la condizione di lavoro e di salute, permette di avere una durata di vita più esteso.

Nella quotidianità

Per essere dei fautori della salvaguardia del pianeta, non serve necessariamente essere ingegneri energetici o aderenti ad organizzazioni ambientali: basta applicare piccole regole, nello smistamento dei rifiuti, ogni giorno in casa. Plastica con plastica, le batterie del telecomando che non funzionano più nell'apposito cestello, tutto con un ordine. Nuova Ecologica per di più, si occupa anche di pulire il mondo, in ambito quotidiano ma macroscopico, attraverso lo  smaltimento eternit roma, materiale altamente tossico che ha provocato danni fortissimi a chi abitava in case che, oggi, sono del tutto fuori legge. Rispettare la sostenibilità in casa, prevede che esistano anche esseri umani in grado di metterla in pratica in ambiti più grandi, come quello dello smaltimento di rifiuti tossici.

LemonPrint: il tuo nuovo partner per la stampa digitale

Al giorno d'oggi i metodi di stampa si sono moltiplicati rispetto al passato, e molte più persone affidano al web la stampa dei propri documenti anziché far riferimento alla copisteria o alla cartoleria sotto casa. Questo perché i vantaggi del web sono maggiori, nella maggior parte dei casi i costi sono più contenuti e anche le opzioni di stampa sono sempre più 'su misura'.

In questo articolo vi parliamo di un sito specifico che offre questo servizio: Lemonprint.

Lemonprint rappresenta la vera innovazione della stampa digitale on line, è una piattaforma che permette agli utenti, anche meno esperti, di scegliere il file da stampare e definire ogni dettaglio della stampa, in modo semplice ed intuitivo, senza che questo vada a discapito della qualità del prodotto finale.

La comodità impareggiabile sta nel fatto che comodamente seduti da casa si può mandare in stampa qualsiasi tipo di documento.

Tanti prodotti per tutte le esigenze

I prodotti disponibili sono innumerevoli: volantini, cartoline, biglietti da visita, calendari di diversi formati, tovagliette, libri, opuscoli, riviste, segnalibri, block notes, depliant, locandine, manifesti, carta intestata, planning, menù

Tecnicamente il processo di stampa parte dall'upload del file disponibile sul proprio personal computer e da lì si parte con la personalizzazione del prodotto. Si possono definire tutti i parametri quali dimensioni dei fogli, grammatura della carta, colore e qualità. È possibile caricare anche file di grandi dimensioni, purché in formato Pdf, Jpeg E Tiff.

Per qualsiasi dubbio o difficoltà si può ricorrere all'aiuto dell'assistente virtuale Frizz, che gratuitamente e di default esegue un controllo sui file caricati, correggendo eventuali anomalie e suggerendo all'utente le modifiche da effettuare.

Se siete possessori di partita Iva, è possibile testare il prodotto. Con il contributo simbolico di 1 euro si possono ricevere a casa duecentocinquanta biglietti da visita e gratuitamente il sample kit che contiene numerosi tipi di carta.

Per quanto concerne le modalità di spedizione e di invio è possibile scegliere la spedizione rapida in 24 ore oppure la standard che può arrivare fino a una settimana circa dall'invio dell'ordine.

La spedizione è affidata ai corrieri SDA e TNT.

I metodi di pagamento accettati sono carte di credito, Paypal e bonifico bancario.

Verificando le opinioni sul web di coloro che si sono avvalsi del servizio che Lemonprint offre, possiamo rilevare delle ottime recensioni, di clienti realmente soddisfatti, non vi resta che provare ! Il link per raggiungere la piattaforma in questione è il seguente: www.lemonprint.com/it/

Il genio dell’horror

Chi non si lascia spaventare da una casa infestata dagli spettri o da gatti murati in una parete? Sicuramente non il famoso scrittore, definito da molti come “l'autore maledetto”, sir Edgar Allan Poe. Un autore cupo, creativo e senza ombra di dubbio motivo di grande timore la notte, dopo una tranquilla lettura. Nonostante non fu immediatamente apprezzato dal pubblico che lo circondava, l'autore è noto per i suoi tratti estremamente moderni: egli seppe indagare ed investigare sull'animo umano fin nei luoghi più bui e nascosti, ha saputo portare alla luce gli aspetti più disturbati del nostro io. Se dovessimo, oggi, nel nostro contemporaneo tempo, dare voce alla scrittura di Poe in chiave cinematografica, non potremmo che manifestare la sua realtà distorta e inquietante attraverso  delle inquadrature grandangolari, da prospettive insolite e claustrofobiche. Poe ebbe un'esistenza caotica e riversò tutto se stesso nella scrittura gotica.

Lo stile di Poe

La chiave elettiva di questo autore, è sicuramente il racconto breve: inciso e caratterizzato da dettagli per nulla casuali e molto approfonditi. L'autore ha sempre avuto una predilezione in merito alla cura per la psicologia dei personaggi, la quale è sempre stata scolpita dalla penna di Poe fin nei minimi dettagli. Il colpo di frusta però egli, essendo un autore dedito alla suspense, lo propone alla fine quando, dopo l'inarrestabile ascesa dell'angoscia nel lettore, il quale può solo intuire la verità,  bisogna toccare con mano la realtà cruda. Se vi aspettate una lettura mediata da mezzi termini, vi sbagliate. Poe è diretto e tagliente e cerca di mettere in luce le paure ataviche insite in noi e che si ripresentano quando siamo più indifesi. Poe detestava il gusto pacchiano e la raffinatezza, per questo  le sue atmosfere cupe miravano tutte quante alla realizzazione di un genere crepuscolare, il quale non potesse dare al lettore via di scampo dalla sua crude e triste interiorità.

La sepoltura prematura

Uno degli scritti più raccapriccianti di Poe è “The premature Burial”, un racconto appartenente alla raccolta “Racconti del terrore”. Il brano gira tutto quanto su alcuni esempi di sepoltura di esseri umani ancora in vita e creduti, a causa di un prolungato stato di coma o catalessi, morti dal pubblico e dagli esperti. Il racconto, ricco di angoscia, investigazioni e terrore, esprimono la paura dello stesso autore, di essere sepolto vivo e ancor prima del fatidico momento della morte. Questa paura era nata, nel cuore dello scrittore, a causa dei numerosi incidenti, provocati all'epoca e nati dall'inesperienza e dall'ignoranza: numerosi sono stati i ritrovamenti di bare i cui coperti erano graffiati e incisi all'interno. “La sepoltura prematura” è espressione della poesia sepolcrale settecentesca, la quale si faceva portavoce degli orrori che accadevano dentro la tomba. Di quest'ultima, sul piano contemporaneo e logistico se ne occupa  l'impresa funebre della capitale italiana “Funerali Roma” che ,ogni giorno, si confronta con quelli che erano i medesimi temi della scrittura di Sir Edgar Allan Poe.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi