Perché affidarsi alle agenzie per trovare lavoro

Vediamo più da vicino come funziona un’agenzia per il lavoro e perché dovresti seriamente scegliere i loro servizi per trovare la tua prossima occupazione.

Le agenzie interinali fungono da anello di congiunzione tra la domanda e l’offerta all’interno del mondo del lavoro. Queste offrono una moltitudine di servizi per tutte quelle persone che attualmente sono in cerca della prima occupazione, o che hanno necessità di ricollocarsi professionalmente.

Le Agenzie per trovare Lavoro si pongono inoltre a supporto delle aziende in qualità di partner strategici, sfruttando così la loro esperienza in tutto quello che concerne l’ambito delle risorse umane, per intercettare i settori più in crescita e le figure professionali al momento più ricercate nel mercato del lavoro.

 

Perché dovresti rivolgerti ad un’agenzia per il lavoro?

Il primo vantaggio che le agenzie per il lavoro offrono alle persone in cerca di occupazione è quello di offrire un ampio ventaglio di servizi in maniera totalmente gratuita.

Queste agenzie si schierano anche a fianco dei giovani neolaureati o neodiplomati durante la ricerca del loro primo lavoro, una fase molto delicata per molti ragazzi al termine degli studi. Le agenzie interinali saranno in grado di mettere queste risorse in comunicazione con le più adeguate proposte lavorative.

Non solo: vengono inoltre erogati servizi di orientamento, per aiutare i giovani e i meno giovani a comprendere meglio quali sono i settori e le attività più vicine ai loro interessi e alle loro aspirazioni professionali.

Per supportare le persone che si affacciano al mondo del lavoro per la prima volta o a seguito di precedenti esperienze lavorative, le agenzie per trovare lavoro sono anche in grado di fornire consigli utili per redigere un curriculum vitae completo ed esaustivo.

Una volta individuate le competenze del candidato, l’agenzia per il lavoro si preoccupa di relazionare la persona con le più adeguate e interessanti posizioni lavorative aperte, di modo che il candidato possa interfacciarsi direttamente con l’azienda tramite un colloquio conoscitivo diretto.

Per tutti coloro che manifestano la necessità di ampliare le proprie competenze lavorative all’interno del settore di riferimento, magari per una questione di carriera, le agenzie per il lavoro propongono anche percorsi di riqualificazione professionale, i quali aiutano le figure anche nel reinserimento lavorativo a seguito di una precedente esperienza lavorativa.

 

Quali tipi di contratto possono attivare?

Esistono tre diversi tipi di contratto di lavoro attivabili dalle agenzie interinali, i quali assicurano l’inserimento all’interno dell’azienda. Stiamo parlando dei contratti di somministrazione a tempo indeterminato o determinato, oppure il contratto di assunzione diretta in azienda.

Nel contratto di somministrazione, l’agenzia per trovare lavoro detiene un ruolo di intermediario tra l’azienda in cerca di personale e il candidato. All’interno di questa tipologia di contratto, possiamo individuare tre distinti rapporti di lavoro:

  • Il rapporto che intercorre tra l’agenzia per il lavoro e l’azienda, che in questo caso diventano somministratore e utilizzatore. Ci stiamo quindi riferendo ad un banalissimo contratto commerciale che non vede protagonista in alcun modo il lavoratore;
  • Il rapporto tra l’agenzia per il lavoro e il lavoratore in somministrazione, dove troviamo un regolare contratto di lavoro che vede come datore di lavoro l’agenzia stessa. In questo scenario, il lavoratore dovrà interfacciarsi direttamente con l’agenzia per qualsiasi comunicazione come malattie, assenze o ritardi. Allo stesso modo, sarà l’agenzia stessa a redigere e inviare la busta paga al lavoratore;
  • Il rapporto che esiste tra l’azienda e il lavoratore in somministrazione: in questo caso la persona, anche se assunta dall’agenzia per il lavoro, dovrà lavorare secondo le direttive e le indicazioni dell’azienda utilizzatrice.

 

Tutele e diritti dei lavoratori in somministrazione

Contrariamente a quanto a volte si possa credere, i dipendenti assunti con contratto di somministrazione godono dei medesimi diritti dei lavoratori assunti direttamente dall’azienda cliente, e sono tutelati da ogni genere di discriminazione.

Tra questi diritti vi è il diritto a venir assunti con lo stesso inquadramento dei dipendenti dell’azienda cliente, considerata una situazione a parità di mansioni.

Inoltre, i lavoratori somministrati percepiranno lo stesso compenso economico a parità di inquadramento lavorativo e di ore lavorate.

Logicamente, anche il trattamento normativo sarà lo stesso, vale a dire che i lavoratori con contratto di somministrazione avranno diritto allo stesso numero di giornate di ferie e di ore di permesso, così come eventuali indennità aggiuntive, TFR e così via.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi