Pesca: “In mare senza rete” partita sabato 8 giugno la petizione della Flai Cgil

“In mare senza rete” è il titolo della campagna lanciata dalla Flai Cgil Nazionale partita sabato, 8 giugno, dalle marinerie di Ancona, Anzio, Cagliari, Chioggia, Crotone, Mola di Bari, Pescara, Rimini, Sciacca, Termoli, Torre del Greco, Trieste e Viareggio e che poi si estenderà in tutte le altre marinerie. Infatti, nelle …

Portiamo in evidenza questo post via:

Video Andria .com – La prima WebTv di Andria e della Puglia, notizie e filmati da Andria e dalla Puglia anche in live streaming » Prodotti:

Pesca: “In mare senza rete” partita sabato 8 giugno la petizione della Flai Cgil

pesca-commerciale“In mare senza rete” è il titolo della campagna lanciata dalla Flai Cgil Nazionale partita sabato, 8 giugno, dalle marinerie di Ancona, Anzio, Cagliari, Chioggia, Crotone, Mola di Bari, Pescara, Rimini, Sciacca, Termoli, Torre del Greco, Trieste e Viareggio e che poi si estenderà in tutte le altre marinerie. Infatti, nelle marinerie della Provincia di Barletta-Andria-Trani si terranno iniziative pubbliche nella giornata di sabato 15 giugno a Margherita di Savoia, sabato 29 giugno a Bisceglie e Trani e, per finire, sabato 6 luglio a Barletta.

I promotori, rivolgendosi al Presidente della Repubblica e ai Presidenti di Camera e Senato, chiedono maggiore sicurezza per i lavoratori della pesca, un settore nel quale è alto il numero di infortuni. Scopo della petizione è quello di ottenere l’immediata emanazione del decreto di armonizzazione per l’applicazione del testo Unico 81/2008 su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, affinché i lavoratori della pesca abbiano riconosciute le stesse tutele degli altri lavoratori dei settori produttivi.

La piena applicazione del Testo Unico, inoltre, rappresenterebbe anche un baluardo sul fronte della prevenzione per le tante malattie professionali, che colpiscono i lavoratori del mare. “Questa campagna di informazione e sensibilizzazione, supportata dalla petizione che l’accompagna, vuole essere un’altra risposta forte e decisa alla marginalità che vive il settore della pesca”, spiega la segreteria della Flai Cgil Bat. “Noi vogliamo accendere i riflettori su un settore che non viene adeguatamente preso in considerazione. Lo dimostra, come abbiamo evidenziato, l’atteggiamento in merito alla questione sicurezza: il Governo Monti ha pensato bene di tenere la pesca fuori dal Testo Unico 81, lasciando il settore normato da una legislazione obsoleta e di difficile applicazione. Con questa petizione – conclude la Flai Cgil Bat – ci rivolgiamo al Presidente della Repubblica Napolitano, che tanta sensibilità e attenzione che ha mostrato negli anni verso il tema della sicurezza sul lavoro, e ai Presidenti Boldrini e Grasso a cui ci appelliamo affinché i lavoratori della pesca non siano dimenticati e abbiano pari dignità insieme agli altri”.

La Segreteria Flai Cgil Bat

Ufficio Stampa CGIL BAT

Per questo articolo ringraziamo:

Video Andria .com – La prima WebTv di Andria e della Puglia, notizie e filmati da Andria e dalla Puglia anche in live streaming » Prodotti

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Pesca: “In mare senza rete” partita sabato 8 giugno la petizione della Flai Cgil

Pesca: “In mare senza rete” partita sabato 8 giugno la petizione della Flai Cgil

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi