Premio Marzotto, il riconoscimento alle migliori start up italiane

800mila euro a chi propone innovazione in Italia. Il Premio Gaetano Marzotto, istituito nel 1951 e ripreso nel 2001, sarà assegnato giovedì 28 novembre a Valdagno, in provincia di Vicenza, ai 19 migliori progetti di start-up italiani con l’evento “Banda Larga, l’orchestra dell’innovazione italiana”. L’obiettivo è di riconoscere il valore delle imprese che producono effetti positivi economici, occupazionali e sociali sul territorio italiano, con un’attenzione particolare alla filiera del Made in Italy. Quattro le categorie (Premio Impresa del Futuro, Premio per una Nuova Impresa Culturale e Sociale, Premio dall’Idea all’Impresa e quest’anno si aggiunge anche il premio speciale UniCredit –…

Premio Marzotto, il riconoscimento alle migliori start up italiane

800mila euro a chi propone innovazione in Italia. Il Premio Gaetano Marzotto, istituito nel 1951 e ripreso nel 2001, sarà assegnato giovedì 28 novembre a Valdagno, in provincia di Vicenza, ai 19 migliori progetti di start-up italiani con l’evento “Banda Larga, l’orchestra dell’innovazione italiana”. L’obiettivo è di riconoscere il valore delle imprese che producono effetti positivi economici, occupazionali e sociali sul territorio italiano, con un’attenzione particolare alla filiera del Made in Italy. Quattro le categorie (Premio Impresa del Futuro, Premio per una Nuova Impresa Culturale e Sociale, Premio dall’Idea all’Impresa e quest’anno si aggiunge anche il premio speciale UniCredit – Talento delle Idee) che verranno premiate da altrettante giurie. L’iniziativa dell’Associazione Premio Marzotto è di promuovere la costruzione di un network dell’innovazione italiana su modello della Kauffman Foundation americana, che vada a coprire tutti i diversi interlocutori del sistema, per avviare insieme un cambio di paradigma che segni il passo del nostro Paese. Quest’anno sono sono 54 le start up finaliste di cui 5 provenienti dal Sud (1 da Bari, 1 da Palermo, 2 da Cosenza, 1 da Napoli).

Il Premio Impresa del Futuro assegnerà 250mila euro a chi opera in particolare nel settore del Made in Italy. I settori interessanti sono moda e tessile, agroalimentare, turismo, farmaceutico, meccanica, casa, arredamento e ambiente. Nel 2013, i progetti inviati rientrano per il 27% nel settore agroalimentare, per il 21% nel settore ambientale, per il 15% nel settore turismo. I 100mila euro del Premio per una Nuova Impresa Culturale e Sociale andranno a chi opera nel terzo settore e nei servizi culturali, sociali, alla persona e all’ambiente. Per gli under 35 c’è Premio dall’Idea all’Impresa, che prevede percorsi di affiancamento e formazione per le 10 più innovative idee di fare impresa, non corrisposti in denaro. Nel 2013, il 62% dei progetti rientrano nel settore web-digitale-new media, il 15% nel settore industriale. Infine il riconoscimento UniCredit – Talento delle Idee prevede percorsi di crescita e formazione dedicati, non corrisposti in denaro, per 7 start up rientranti nell’ambito dei settori ict, digital e social, life science, nanotech, Moda e Design, Cleantech, Robotica, Agrifood, Turismo.

Nel 2012 il concorso è stato vinto dai progetti Solwa, prodotto per la desalinizzazione e potabilizzazione dell’acqua basato sull’utilizzo di energie rinnovabili, in grado di rivoluzionare l’attuale settore e decretato dalle Nazioni Unite sistema di “Innovazione per lo sviluppo dell’Umanità”; Brain Control, sistema pensato per aiutare i soggetti con disabilità motorie e di comunicazione consentendo il controllo, attraverso il pensiero, di tecnologie assistive; Happy gift, un semplificatore dei processi decisionali quando si deve fare un regalo di gruppo aiutati dal web; Movym, app gratuita per smartphone e tablet che consente agli utenti di raccogliere tempestivamente informazioni sui prodotti visti in televisione all’interno di film e serie TV; Mrs, start-up che opera in ambito cleantech e si occupa del recupero di materiali metallici da processi di deposizione di film sottile (Physical Vapour Deposition: PVD).

Le idee proposte devono essere originali, innovative e attuabili, finanziariamente sostenibili o profittevoli. Per partecipare – ad aprile 2014, l’apertura del prossimo bando – si deve inviare il progetto d’impresa tramite il sito www.premiogaetanomarzotto.it.

Per questa notizia ringraziamo:

Il Fatto Quotidiano » Made in Italy

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Premio Marzotto, il riconoscimento alle migliori start up italiane

Premio Marzotto, il riconoscimento alle migliori start up italiane

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi