Quali sono i rischi della rimozione autonoma di un neo?

Prima di utilizzare quella crema per rimuovere un neo o di decidere di eseguire un intervento chirurgico su te stesso tagliando quel neo incriminato con una lama di rasoio, dedica qualche minuto a leggere le conseguenze sulla salute e cosmetiche dell'uso delle cosiddette creme per la rimozione o strumenti da taglio su quel fastidioso neo, che abbiamo trovato in collaborazione con degli esperti nella asportazione nei Verona.

I nei possono svilupparsi ovunque sul tuo corpo e possono esservi una serie di motivi per cui ciò accade. Inizialmente, le persone che hanno più di due o tre nei che punteggiano la loro pelle possono avere una predisposizione genetica per l'acquisizione di questi. Inoltre, passare molto tempo al sole può far “attivare” i geni del neo, il che significa che le persone con una tendenza ereditaria a mostrare numerosi nei potrebbero avere dieci o più nei che coprono la schiena e il torace, due dei luoghi più comuni per i nei a proliferare.

 

Ma quindi, perché non dovrei rimuovere i miei nei a casa?

I nei non sono semplicemente escrescenze cutanee iperattive da poter rimuovere facilmente, come un callo o una verruca. Bisogna sapere che i nei sono gruppi di cellule del pigmento (melanociti) che si accumulano in una piccola area sviluppando una macchiolina di colore scuro. Normalmente, i melanociti si diffondono in tutto lo strato epidermico della nostra pelle per darci il nostro normale colore della pelle; ma quando la luce solare colpisce le cellule del pigmento, la loro reazione è quella di tentare di assorbire gli effetti nocivi delle radiazioni ultraviolette riunendosi. Questo aiuta a migliorare la loro capacità di impedire ai raggi UV di danneggiare il DNA delle cellule della pelle, la ragione principale dietro lo sviluppo del melanoma. Di conseguenza, queste cellule del pigmento si evolvono in aree più scure della pelle, prendendo appunto il nome di nei.

A differenza delle verruche, tagliare dei nei non causerà sanguinamento. Tuttavia, sanguineranno qualora dovessero venire strappati in modo violento dalla pelle o se i tuoi tentativi di asportare un neo dovessero raggiungere l'area in cui esso stesso incontra la pelle. Poiché, come già detto, i nei sono costituiti principalmente da melanociti, il sanguinamento non si verificherà tagliando lo strato più superficiale di un neo. Prova invece a rimuovere il neo alla sua base e assisterai al verificarsi di un'emorragia abbondante, semplicemente perché sei entrato in contatto con i capillari della pelle.

Quando scegli di rimuovere un neo a casa usando un qualche tipo di strumento da taglio, andrai incontro a un notevole rischio di cicatrici e infezioni. Inoltre, non rimuoverai tutte le cellule pigmentate accumulate, poiché non sei un dermatologo professionista e dunque non ne hai le capacità/conoscenze, il che significa che il neo probabilmente si svilupperà nuovamente e presenterà una tonalità ancora più scura rispetto al suo colore precedente.

Il benessere della tua pelle è troppo importante per consentire a creme discutibili o strumenti taglienti di avere la precedenza rispetto a un dermatologo autorizzato che cura i nei indesiderati. Quindi, se vuoi rimuoverne uno, ricorda sempre di rivolgerti ad uno specialista.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi