Quality food e business di successo: gli imprenditori della nuova gastronomia italiana

La tavola rotonda si è svolta ieri presso l’Accademia dove imprenditori di giovani realtà di successo nel panorama della ristorazione italiana, hanno spiegato come, con intraprendenza e creatività, sono cresciuti e come portano il Made in Italy all’estero. Erano presenti oltre a Panino Giusto, i marchi Ca’ Puccino, Grom, e Rossopomodoro.

logo-MIP

 

Quality food e business di successo:

gli imprenditori della nuova gastronomia italiana

Milano, 17 maggio 2013

Grande successo per l’appuntamento di ieri sera organizzato da MIP Politecnico di Milano presso l’Accademia Panino Giusto dal titolo “Quality food e business di successo: gli imprenditori della nuova gastronomia italiana”.

L’appuntamento di ieri ha messo in luce come poter creare ‘network’ tra le aziende e imprenditori che operano nello stesso settore sia fondamentale per ampliare il business a livello nazionale e internazionale.

Durante l’incontro si è parlato di mercato del lavoro per i giovani, anche a livello internazionale. Ogni azienda ha raccontato la sua esperienza, dall’apertura del primo negozio fino ai successi internazionali di oggi.

Sono molto orgoglioso di questo primo incontro pubblico in Accademia, con gli altri esponenti della nuova generazione imprenditoriale che rappresenta l’eccellenza del Made in Italy nel settore gastronomico” dichiara Antonio Civita, Amministratore Delegato di Panino Giusto. “Per essere credibili in uno scenario internazionale – conclude Civita –  è importante avere una visione del mercato a livello mondo e superare il concetto per il quale imprenditori italiani operanti nello stesso campo non possano fare network e collaborare tra di loro, condividendo valori e regole. Ringrazio il MIP per averci dato questa prima opportunità”.

 “Siamo felici dell’atmosfera positiva e amichevole di questo incontro – dichiara Fabio Sdogati, Ordinario di Economia Internazionale del Politecnico di Milano e Docente MIP – in cui non si è parlato di crisi ma di imprenditorialità. Queste esperienze dimostrano che l’innovazione non è un concetto vago ma la radice del successo nazionale ed internazionale dell’impresa”. “Abbiamo ritrovato – conclude Sdogati – alcuni concetti che insegniamo al MIP:  imprese di successo che hanno abbandonato l’idea della concorrenzialità una contro l’altra e deciso di intraprendere una strada di comunicazione e supporto reciproco nel percorso di crescita e internazionalizzazione. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi