Riscontri positivi per l’orto urbano ad Andria, l’inizio di una rivoluzione? Il video

Ottimo riscontro per i partecipati di “Orto in Rete” l’iniziativa dei volontari di Legambiente Andria che mira a promuovere la realizzazione di orti urbani, ovvero spazi condivisi in cui i cittadini praticano, seguendo metodi di produzione sostenibili, l’autoproduzione di cibo sano e di qualità. L’orto in città permette infatti, di avere a disposizione ortaggi freschi, di stagione, a Km 0 e riducendo i trasporti, di diminuire le emissioni di CO2 , principale gas serra responsabile del riscaldamento terrestre. L’orto cittadino consente inoltre, il recupero di aree pubbliche degradate, sottraendo il paesaggio dal rischio cementificazione e dal consumo …

Riscontri positivi per l’orto urbano ad Andria, l’inizio di una rivoluzione? Il video

Ottimo riscontro per i partecipati di “Orto in Rete” l’iniziativa dei volontari di Legambiente Andria che mira a promuovere la realizzazione di orti urbani, ovvero spazi condivisi in cui i cittadini praticano, seguendo metodi di produzione sostenibili, l’autoproduzione di cibo sano e di qualità.

L’orto in città permette infatti, di avere a disposizione ortaggi freschi, di stagione, a Km 0 e riducendo i trasporti, di diminuire le emissioni di CO2 , principale gas serra responsabile del riscaldamento terrestre. L’orto cittadino consente inoltre, il recupero di aree pubbliche degradate, sottraendo il paesaggio dal rischio cementificazione e dal consumo di suolo. Ogni domenica è previsto un appuntamento con inizio alle ore 9,00 presso il Giardino Mediterraneo (nei pressi della villa comunale di Andria). Il riscontro positivo dei partecipanti testimonia che evidentemente una visione alternativa della nostra città e dell’agricoltura vista come metodo praticabile da tutti non è più un’idea di stampo utopico bensì una pratica fattibile che, ci auguriamo, possa essere diffusa in tutto il resto del territorio. In questo modo infatti, non si insegna soltanto a coltivare la terra, ma anche a contribuire a realizzare prodotti a chilometri zero che sicuramente aiuteranno la popolazione a spendere meno soldi per prodotti che possiamo procurarci da soli evitando quindi di spendere inutilmente le nostre risorse ad un sistema economico oramai arrivato al collasso, legato a logiche di mercato legate per lo più a logiche della finanza e in ogni caso ad un’idea di crescita che in realtà (e ce ne siamo accorti tutti) non più è sostenibile. L’orto urbano rappresenta quindi un cambiamento culturale da diffondere e da insegnare alle nuove generazioni.

Ulteriori informazioni sono disponibili su: www.legambienteandria.org.

Seguite “Orto in Rete” anche su Facebook cliccando qui.

– Clicca qui per guardare la 1^ puntata di Orto in Rete sull’aratura.

Per questo post ringraziamo:

Video Andria .com – La prima WebTv di Andria e della Puglia, notizie e filmati da Andria e dalla Puglia anche in live streaming » Prodotti

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Riscontri positivi per l’orto urbano ad Andria, l’inizio di una rivoluzione? Il video

Riscontri positivi per l’orto urbano ad Andria, l’inizio di una rivoluzione? Il video

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi