Start up al femminile: le donne imprenditrici a tutte le età. Quali gli incentivi oggi per reinventarsi e gli ambiti di maggior interesse

Donne imprenditrici: dalla start up al fondo rosa per le imprese

Negli ultimi anni uno slancio notevole si è registrato nell’imprenditoria femminile. Le donne ai vertici hanno avviato start up e ricoperto ruoli fondamentali a sostengono delle proprie imprese.

In seguito alla recente emergenza internazionale sanitaria dovuta al Covid-19, l’imprenditoria femminile ha subìto un calo del 42,3% rispetto al precedente anno, ed è per tale ragione che è nata una proposta per incoraggiare il fondo rosa da destinare alle nuove realtà femminili.

Non è il primo caso in cui è necessario rimettersi in gioco e reinventarsi. Le donne hanno sempre dimostrato, e a tutte le età, di avere un immediato e intuitivo spirito di iniziativa che ha concesso loro di raggiungere risultati rilevanti.

I benefici di avere una donna ai vertici in una start up

Ricominciare da 0 e avviare un progetto ex novo è un rischio per chiunque ma le donne hanno già ampiamente dimostrato di essere particolarmente audaci nelle start up imprenditoriali.

Diversi elementi hanno messo in luce i benefici di una impresa guidate da quote rosa. I dati dimostrano, infatti, che le imprese gestite da donne portano più utili e migliori numeri in Borsa. A sottolineare i notevoli effetti delle donne al vetrice è il "The CS Gender 3000" di Credit Suisse.

Scegliere di reinventarsi partendo da sé stesse

Spesso alle donne viene chiesto di ricoprire un solo ruolo nel quale potersi muovere liberamente ma senza dedicare troppo tempo ai sogni e alle ambizioni lavorative. Il motivo per il quale l’imprenditoria femminile è prospera a tutte le età è dovuto al fatto che le donne scelgano ad un certo punto della propria vita di ricominciare dal proprio benessere.

Ricominciare da sé stesse è un atto volontario che aiuta a migliorare l’umore e l’autostima. Dare libero sfogo a un sogno timidamente nascosto in un cassetto è la spinta motivazione che rende le start up così diffuse nell’imprenditoria femminile.

Le donne al potere riescono a portare effetti benefici non solo a loro stesse ma anche all’intera azienda al capo della quale decidono di porsi. Qui di seguito si andranno ad analizzare alcuni dei campi dell’imprenditoria femminile di maggiore interesse.

Start up rosa: quali i campi di maggiore interesse

Prima ancora di cominciare con una nuova impresa la donna è consapevole delle proprie competenze. Fare impresa rimarcando le orme delle inclinazioni personali è un passaggio ormai largamente diffuso. Da ogni capacità la donna sa creare una o più opportunità, sulla quale ergere la propria start up. Da qui a diventare una donna di successo però, bisogna sottolineare che passano costanza, tenacia, sacrifici e una buona intuizione.

Scegliere una buona idea è sicuramente il passo fondamentale ma è importante anche saper sceglier un’idea che possa funzionare e rispondere alle domande degli eventuali clienti.

Nel 2018 in Italia l’imprenditoria femminile registrava 1 milione e 337 mila alla Camera di Commercio, puntando i riflettori sulla regione italiana con il maggior numero di start up femminili: il Lazio.

A questo punto non resta che svelare i campi nei quali le donne e l’imprenditoria femminile si sono dimostrate fruttuose e vincenti.

Commercio: negozi ed attività commerciali con a capo una donna sono quasi sempre una scelta vincente. Non solo moda ma anche ristorazione e punti vendita specializzati;

Turismo: un notevole balzo in avanti in termini di business si è registrato nel campo del turismo. Molte donne, a capo di attività come casa vacanza, alberghi e tutto ciò che riguarda il turismo, hanno registrato una performance evidente;

Agenzia di viaggio: un campo nel quale la donna si è rivelata particolarmente audace e ben organizzata è quello delle agenzie di viaggio. Molte decidono di barcamenarsi nell’impresa e molte di queste registrano un risultato straordinario;

Start up creative: con l’avvento dei social network molte donne hanno concesso alla propria attività di arrivare ancor prima agli occhi di potenziali acquirenti. Questo potente mezzo della rete ha permesso loro di dare libero sfogo a tutte quelle start up creative e innovative;

Benessere e cura della persona, attività sportive: quest’ultimo campo è in assoluto quello che ha registrato il miglior successo e ha reso vincente il business delle start up femminili. Già fruttuoso e favorevole ancor prima dei social network, questi campi hanno reso l’immagine della donna ancor più valida. La cura e il benessere del corpo passano attraverso tutti quei trattamenti che consentano di ricominciare a volersi bene. Molte clienti sentono la necessità di ricominciare da loro stesse e queste start up femminili hanno dalla loro non solo gli strumenti adatti ma anche una, decisiva nel successo, sensibilità.

Il benessere è l’arma vincente per il successo di una start up

Elaborare un piano per il proprio lavoro del benessere è il primo obiettivo da spuntare per avviare una start up femminile di successo. Con l’ausilio dei social network, e Instagram in particolar modo, le donne hanno la possibilità di avvalorare il proprio lavoro portando sullo schermo i risultati personali. Questo passaggio ha concesso alle imprese di fondare il successo su vere e proprie community.

L'accattivante manovra marketing sui social permette di avere un risultato fedele e visivo di ogni singolo trattamento. Oggi l’idea di dare all’imprenditoria femminile una possibilità, e un incentivo finanziario rosa, è sostenuta dalla risposta delle donne sui social che hanno nel tempo apprezzato la fruibilità dei servizi.

Palestre, centri estetici, farmacie, creme e benessere passano attraverso i canali in rete e aiutano le imprese ad entrare direttamente a casa.

Il campo di maggiore successo, e che può decretare un business fruttuoso, resta ancora lo sport. Le attività sportive continuano a svettare nella classifica di successo e molte donne hanno deciso di assecondare l’esigenza del proprio corpo, affiancando alle stesse un lavoro vero e proprio.

In particolare si sono avvicinate alla domanda dei clienti parlando di loro stesse e incentivando le altre donne alla rivalsa personale. Tutto il benessere passa attraverso uno stile di vita sano e la cura del corpo.

Cominciare una nuova avventura: progettare una start up di successo

Dopo aver analizzato i fruttuosi campi e i benefici di una start up femminile, è il caso di ricordare che con la Manovra 2021 molte imprese verranno incoraggiate da finanziamenti destinati esclusivamente a realtà rosa.

Prima ancora di cominciare è importante elaborare un piano di successo ma soprattutto prendersi il tempo necessario per analizzare le innovazioni moderne. Non solo conoscere i social ma anche tutto ciò che riguarda i servizi di informazione e i macchinari di ultima generazione.

Il campo del benessere sembra entrato, infatti, in una evoluzione in crescita esponenziale ed è per tale ragione che è di fondamentale importanza sostenere una start up che possa continuamente calcare le orme dell’innovazione. Avviare un’impresa con programmazioni e tecniche obsolete potrebbe necessariamente firmare la parabola discendente del business.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi