Tre indizi per capire se Renzi su agenda digitale e opendata fa sul serio

Open Data e Agenda Digitale sono termini che, nel corso degli ultimi anni, politici ed esponenti di Governo hanno pronunciato più volte. Ma, terminate le interviste o le conferenze stampa, gli annunci sono stati tradotti in norme poco efficaci e nessuno si è occupato della loro attuazione nei termini previsti. È quindi normale che, dopo tante delusioni, quando il Premier Renzi ha annunciato il rilancio delle politiche sul digitale e, addirittura, un’accelerazione sul fronte dei dati aperti, sia stato accolto…

Codemotion Roma 2014: Sconto del 40% per i lettori di Italian Innovation

Innovazione e creatività saranno le parole chiave di Codemotion Roma, la conferenza internazionale dedicata alla tecnologia e aperta a tutti i linguaggi di programmazione. L’evento si svolgerà a Roma presso il Dipartimento di Ingegneria di Roma Tre dal 9 al 12 aprile.

Caro Renzi, ecco le tre parole chiave per vincere la battaglia contro la burocrazia

“Quella della burocrazia è la madre di tutte le battaglie. Significa cambiare mentalità, tutti”.Con questo tweet il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, domenica, anticipava il suo discorso programmatico per la fiducia. Poi, nelle parole pronunciate nell’aula del Senato per la fiducia, Renzi ha chiarito che, nella sua visione, la guerra alla burocrazia si fa semplificando le leggi e facendole attuare, ma si fa – anche – valorizzando il ruolo dei dirigenti pubblici e ancorando la loro valutazione ai risultati raggiunti.…

Perché sull’Agenda digitale Renzi stavolta si gioca tutto

Forse questo è il primo Governo italiano ad affidare almeno parte della propria credibilità alla buona riuscita dell’Agenda digitale. Il neopremier Matteo Renzi, anche facendo leva sulla propria età, ha cavalcato questi temi in varie occasioni di campagna elettorale. Ancora non sappiamo se le promesse saranno mantenute o se alla fine il conservatorismo, nelle scelte governative, tornerà a rallentare lo sviluppo dell’Agenda. Le premesse sono però interessanti. Certo c’è un’opportunità di svolta. Ne sono convinti tanti parlamentari esperti di digitale…

A #Wcap Bologna dall’11 Marzo: l’Osservatorio Digitale di Genere delle GGD

Girl Geek Dinners è una realtà attualmente legata alle iniziative del nuovo acceleratore bolognese di Working Capital, all’interno del quale organizzano e propongono eventi consoni al proprio universo operativo. Cosa fanno esattamente le Girls Geek Dinners di tutto il mondo? Organizzano cene e incontri – senza scopo di lucro – destinati a sole donne appassionate di tecnologia, internet e nuovi media; la loro mission è la creazione di una comunità femminile estesa in tutto il mondo, punto di incontro di…

Facebook non sarà più lo stesso: i 4 criteri alla base del nuovo algoritmo di Zuckerberg

Nel 2006, due anni dopo la sua nascita, Facebook introdusse il News Feed, il rullo di notizie che ogni utente vede in homepage. La novità inizalmente non venne compresa dagli utenti, che non erano abituati a veder emergere con tale facilità la quotidianità raccontata dai propri amici, senza andare a sbirciare ogni singolo profilo. Pian piano gli utenti impararono a capire come proteggere la propria privacy e a godere degli effetti positivi della feature. Ma il meccanismo di funzionamento del…

Altro che digitale, 99 volte su 100 la scuola italiana ama la carta

Che cosa succede quando un bambino cade durante l’ora d’educazione fisica a scuola? Si compila una carta. Che si fa per andare a visitare i fontanili nel paese accanto alla scuola? Si compila un’autorizzazione e si attende il visto sempre cartaceo. E se si rompe la maniglia della porta della classe? Si fa una segnalazione, sempre prendendo foglio e penna. In media il faldone di permessi, autorizzazioni, visti, in ogni scuola italiana supera i cinquanta documenti. Sulle cattedre dei maestri…

Addio neutralità della rete: il futuro di Internet non è mai stato così incerto

Che sarà della nostra internet, quando sarà eliminata o comunque rivoluzionata la cosiddetta neutralità della rete? È la domanda che è tornata a bussare con tutta la forza dopo che, a gennaio, la Corte d’Appello di Washington ha bocciato le norme a favore della neutralità della rete, volute dal regolatore americano Fcc. In sostanza la Corte ha detto che Fcc non può vietare agli operatori che forniscono accesso Internet di accelerare o rallentare alcuni contenuti/servizi. Significa in teoria via libera…

Agenda digitale: Caio non c’è, ma non è andato via (per ora)

Specifico per tutti una cosa: il Digital Champion non è il boss dell’Agenda Digitale. L’ Italia non ha mai compreso davvero la natura di tale figura, scegliendo sempre persone decisamente collegate con l’iter di creazione e applicazione dell’agenda digitale costruita dal governo (dai governi) e dal parlamento. Il fatto che Caio sia contemporaneamente Digital Champion e Commissario per l’Agenda Digitale è solo una coincidenza italiana. Vi lascio questa interessante conversazione tra Neelie Kroes e Mike Butcher, Co-Founder ed Editor at…

10 previsioni sul 2014 della banda larga in Italia (un quadro a tinte chiaroscure)

Il 2014 sarà l’anno in cui gli italiani tutti chiederanno il conto delle promesse sentite e risentite negli ultimi mesi, sul futuro della banda larga. Le promesse sulla diffusione della banda ultra larga oltre l’attuale manipolo di fortunati: dovrebbe arrivare a quota 25 per cento della popolazione, dall’attuale 15 per cento (secondo stime Telecom Italia). Le promesse sull’arrivo dell’Lte (4G) a oltre il 50-60 per cento (ora circa il 40 per cento); ma non solo: ci si aspetta anche un…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi