Rullani: “Cari startupper, date retta a me: pianificare è da dilettanti”

“[Gli imprenditori] esperti ignorano le informazioni predittive [ed] in grande maggioranza rigettano l’uso dei metodi tradizionali della ricerca di mercato come i questionari, i focus group formali, e il testing sistematico” (Dew et al., 2009) Queste parole sono il risultato dell’analisi che il gruppo di ricerca guidato da Saras Sarasvathy, l’ultima studentessa di dottorato di Herbert Simon, uno dei padri –se non “il padre”- del management moderno, ha pubblicato nel 2009 sulla rivista internazionale più importante nel campo dell’imprenditorialità. L’esperimento confronta 27 expert entrepreneurs (imprenditori seriali) e 37 MBA student (potenziali imprenditori novizi), chiedendo loro …

8 riforme da fare subito, dalla patrimoniale alle startup. Altrimenti tutti in Cile

Partendo da una spiacevole sensazione che non mi lascia dormire tranquillo da un po’ di anni (anche adesso, mentre scrivo, sono le tre di notte), ho deciso di fare due conti per capire se val la pena far crescere i miei figli in questo Paese. Sulla mia bacheca di Facebook ho già esposto una sintesi delle mie riflessioni; qui procedo con l’analisi. Sono partito dal presupposto che sarà assai difficile per i miei figli trovare un posto come me in una banca, o come mio padre in una municipalizzata, o come mia suocera nella scuola. Già, i miei figli …

La Porta: “Regaliamo una colazione con un click. Vi presento Barny.it”

Oltre un anno fa volevamo inviare una colazione ad un nostro amico per augurargli una buona giornata dal momento che, nel primo pomeriggio, avrebbe discusso la sua tesi di laurea. Cercammo online una società utile al nostro scopo ma non trovammo nulla. Contattammo allora delle attività commerciali vicine alla abitazione del nostro amico ma, alla richiesta dell’invio di una colazione a domicilio, ci presero per tre psicopatici. 
Da lì, ci venne l’idea di ideare noi il servizio. L’idea base della nostra società nasce dalla considerazione che oggi non esiste alcun servizio, oltre quello dei fiori, che …

Perché il 2014 per le startup sarà l’anno del crowdfunding

Le scorse settimane sono state importantissime per l’equity crowdfunding: mentre la Securities and Exchange Commission (SEC) Americana approvava la bozza finale di regolamento, la Consob Italiana autorizzava il primo portale alla raccolta. E così Starsup www.starsup.it potrà sicuramente vantare un primato per il futuro. E’ il primo sito Internet al mondo autorizzato da un’autorità regolamentare a raccogliere capitali online dal pubblico, il primo portale di equity crowdfunding regolamentato su Internet al mondo. “La nostra iniziativa nasce con l’intento di promuovere uno strumento che riteniamo rechi in sé il seme capace di una rivoluzione nel …

Così una startup italiana ha insegnato a coltivare il riso padano in Congo

Creare una startup in piena regola, ma in Africa. Nella Repubblica Democratica del Congo, ad essere precisi. Uno zaino pieno di idee e progetti, tanta passione ed entusiasmo, una data di arrivo ma nessun ritorno pianificato. Il viaggio di Luca e Chiara è iniziato con queste premesse e, ad oggi, sembra non essere affatto cambiato. Una sfida importante che, però, non li ha mai fermati, nonostante piccole difficoltà e paure. 27 e 29 anni, italiani sulla carta d’identità ma africani nel cuore. Questi due ragazzi hanno lasciato un anno fa il Belpaese alla volta del Congo dove sono riusciti a creare …

Viviani: “Cari startupper, basta creare app: il mondo chiede altro agli innovatori”

Revenue is boring. Chi l’ha detto? Un filosofo? Un hippie tutto peace & love? Un ricco figlio di papà? Purtroppo no. Questa è la risposta che ha dato una giovane startupper alla domanda: qual’è il vostro business model? Ok, dirai, questa ha le idee poco chiare e prima o poi arriverà una doccia molto fredda a svegliarla.. No, a quanto pare questo è il tipo di imprenditore vincente oggi: la sua startup rientra tra quelle accettate nel programma Start-Up Chile e ha ricevuto oltre 40mila dollari di finanziamento dal governo cileno. Oggi tutto il mondo si riempie …

In Calabria hackeriamo la materia per un’edilizia a km zero

Un anno di lavoro e fatica oltre 50 attrezzature istallate ed organi interni dati in pegno ed abbiamo finito il nostro piccolo gioiello. L’Hacking Materials Lab che abbiamo creato a simbario, provincia di  Vibo Valentia, oltre ad essere uno dei più avanzati per lo studio dei materiarli attualmente esistenti in Italia è anche uno dei più originali. Nasce su un concetto diverso. Non un semplice laboratorio prove per verificare la conformità dei materiali ad una norma ma un laboratorio per simulare e studiare la frontiera dei materiali da costruzione. Come? Attraverso strumenti per un vero hackeraggio della materia. In cuore di …

Come trovare gli early adopter per una startup, tra blog, forum e app

Una delle difficoltà principali di una startup che muove i primi passi è quella di trovare gli utenti iniziali, i cosiddetti early adopter. Indipendentemente dal tipo di servizio/prodotto che la vostra startup offre, non basta mettere il sito online e incrociare le braccia attendendo che gli utenti arrivino. Bisogna andarseli a cercare! Ci sono diversi modi per attirare utenti: alcuni gratuiti, altri a pagamento; alcuni convenzionali, altri un po’ meno. In questo post ne ho elencati alcuni gratuiti (o a basso costo) che spero possano risultare utili a qualche startup. Prima di proseguire sono necessarie, però, due premesse: i …

Venture capital, perché l’Italia deve investire. Adesso o mai più

L’EVCA (European Private Equity e Venture Association) ha pubblicato i dati del settore per il 2012 con un report scaricabile online. L’associazione raggruppa un ampio raggio di attori: private equity, venture capital, fondi pensione, fondi di fondi, family office per un totale di 650 operatori. In questi dati c’è la radiografia del venture capital nel vecchio continente, insieme a una lettura molto interessante per le startup Italiane. Le startup sono oggetti delicati e ad alto rischio e necessitano di capitali specializzati per partire e svilupparsi nelle prime fasi. Inoltre il venture capital è fondamentale perché è il primo anello nella catena alimentare …

Daniele Vinci: “Ciò che produci è ciò che sei”. La startup innovativa come la farebbe mio nonno

Leggendo e rileggendo l’interessante intervista a David Meerman Scott ho avuto la netta sensazione, vista la semplicità di ragionamenti logici, che ciò che è più evidente agli occhi, spesso, si ignora o si ritiene superfluo. Da questa consapevolezza nasce la mia riflessione successiva: I Governi ci fanno o ci sono? Lo capiscono o no che l’innovazione delle imprese è fondamentale per lo sviluppo economico di un Paese? Secondo me lo capiscono, ma non se ne interessano. Startup è un termine che vuol dire “sperimentare” e sappiamo bene che non si vuole sperimentare niente di nuovo, perché il …

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi